HALFTRIBE – Archipelago (Sound In Silence, 2020) La nuova tappa dell’itinerario di Ryan Bissett alla ricerca di rilassati tepori atmosferici lo conduce in un immaginario “Archipelago”, racconta in undici tracce di compassata ambience scandita da vibrazioni di corde e delicati accenni ritmici. Il quinto lavoro dell’artista nordirlandese sotto l’alias Halftribe ne conferma la propensione verso…

ENDLESS MELANCHOLY – A Perception Of Everything (Sound In Silence, 2020) La propensione all’esplorazione di Oleksiy Sakevych trova applicazione parallela dal punto di vista personale e artistico; se sotto quest’ultimo profilo lo dimostra la graduale evoluzione di Endless Melancholy da progetto principalmente dedito al minimalismo pianistico all’articolazione di paesaggi sonori dalle atmosfere sempre più composite,…

#musictosave #004

ALLISTER THOMPSON – No Reason to Cry: Songs by Grant McLennan (Self Released, 2020) Non stupisce ritrovare Allister Thompson (The Gateless Gate) dedicare una raccolta di cover al compianto co-fondatore dei Go-Betweens. Eppure, l’artista canadese non è affatto nuovo a cimentarsi con canzoni dalle chitarre effettate, praticate anche nel suo altro progetto Twilight Fields. Le…

WIL BOLTON – Surface Reflections (Sound In Silence, 2019) Pochi musicisti impegnati in campo ambient-drone possiedono profili espressivi nettamente riconoscibili come Wil Bolton: il compassato calore delle sue timbriche chitarristiche e il dosaggio sognante degli effetti che le amplificano rappresentano quasi una “firma” apposta dall’artista inglese su una varietà di lavori solisti e collaborativi. Ciò…

SWEENEY – Human, Insignificant (Sound In Silence, 2019) Di tanto in tanto, Jason Sweeney stacca letteralmente la spina dalle sue creazioni ambientali sotto l’alias Panoptique Electrical (recentissima la pubblicazione della colonna sonora di “A View From The Bridge”) per vestire, in un contesto che non può non immaginarsi solitario e notturno, i nuovi panni di…

WESTERN EDGES – Prowess (Sound In Silence, 2019) Non fa certamente difetto l’ironia a Richard Adams, che nel presentare l’ennesimo progetto della sua ormai quasi trentennale attività discografica (Hood, The Declining Winter, Memory Drawings, Great Panoptique Winter…) mette subito in chiaro che nei brani presentati sotto il nuovo alias Western Edges non canta né suona…

THE GENTLEMAN LOSERS – Make We Here Our Camp Of Winter (Sound In Silence, 2018) Per Samu e Ville Kuukka, l’isolamento, il silenzio e la contemplazione non rappresentano concetti da rifondere in maniera astratta nelle loro creazioni ambientali, bensì costituiscono elementi tangibili, da assaporare poco distante dalla loro abituale residenza. Le composizioni di “Make We…

NORTH ATLANTIC DRIFT – Departures, Vol. 2 (Sound In Silence, 2018) In una linea di diretta continuità con il primo volume, pubblicato lo scorso anno, il duo di Brad Deschamps e Mike Abercrombie raccoglie in “Departures, Vol. 2” una nuova galleria di decompresse sequenze ambientali, sempre più distanti dall’enfasi post-rock che ne aveva contrassegnato gli…

THE GREEN KINGDOM – Seen And Unseen (Sound In Silence, 2018) Ogni nuovo lavoro di Michael Cottone è come un piccolo scrigno che non manca mai di riservare qualche sorpresa circa i percorsi espressivi intrapresi dall’artista del Michigan, nella sua costante oscillazione tra dilatati paesaggi ambientali e filigrane elettro-acustiche dai sentori bucolici, comunque non priva…

DAVID NEWLYN – Collected Fictions (Sound In Silence, 2018) A intervalli irregolari, David Newlyn continua a raccogliere in un’uscita organica una serie di sparsi frammenti sonori, che ne testimoniano la varietà della tavolozza. “Collected Fictions” ne presenta otto, due dei quali sono in realtà semplici parentesi di apertura e chiusura, realizzati a partire da una…

SWEENEY – Middle Ages (Sound In Silence, 2017) È tutt’altro che un mero vezzo di denominazione quello che ha indotto Jason Sweeney al passaggio, nel volgere di appena un mese, dall’abituale alias Panoptique Electrical alla nuova veste artistica, identificata semplicemente come Sweeney. La mutazione è infatti sostanziale, visto che rispetto al pregevole lavoro pianistico-ambientale “Quiet…

PANOPTIQUE ELECTRICAL – Quiet Ecology (Sound In Silence, 2017) Jason Sweeney compie un passo ulteriore rispetto a “Disappearing Music For Face” (2016), lavoro nel quale già accantonava le sue componenti espressive più marcatamente elettroniche in favore di una romantica ambience elettro-acustica. Lo si comprende immediatamente dalle prime note di pianoforte di “The World Is So Loud”,…

YELLOW6 – About The Journey (Sound In Silence, 2017) Addentrarsi nell’itinerario d’ascolto costituito dai settantacinque minuti di “About The Journey” è come immergersi nell’accogliente tepore di un flusso sonoro denso di languori autunnali. Si tratta del tepore che promana, ancora una volta, dalle placide modulazioni di Jon Attwood, l’album più recente della cui nutrita produzione…

LIAM J. HENNESSY – Held E.P. (Sound In Silence, 2017) Dopo aver abbandonato l’alias Drops, che ne aveva contrassegnato il primo scorcio di attività, lo scorso anno Liam J. Hennessy ha intrapreso un diario sonoro articolato in una traccia al mese, composta e pubblicata online e allegata a immagini dei luoghi dai quali ha raccolto…

ANTHÉNE – Orchid (Sound In Silence, 2017) Brad Deschamps continua ad alternare uscite del duo North Atlantic Drift, insieme a Mike Abercrombie, a lavori del suo progetto solista Anthéne. In “Orchid” l’artista canadese si spinge ancora più avanti nel lavoro di sottrazione applicato a una materia di modulazioni chitarristiche che aveva trovato quale approdo più…

BRAVE TIMBERS – Secret Hopes (Sound In Silence, 2016) “Hope”, il lavoro che con i suoi ambienti sonori emozionali fatti di riflessi impalpabili e agrodolci penombre ha trasformato l’originario progetto solista di Sarah Kemp in minimale duo da camera condiviso il pianoforte e la chitarra acustica di Andrew Scrogham, può ormai ben definirsi come uno tra…

PANOPTIQUE ELECTRICAL – Disappearing Music For Face (Sound In Silence, 2016) Recente collaboratore a distanza di Richard Adams nell’esperienza di Great Panoptique Winter, Jason Sweeney ritorna alla sua dimensione solitaria di Panoptique Electrical con un lavoro organico, nel quale la sua ricerca applicata a impulsi elettronici spesso granulosi e frammentati si dischiude a soffusi orizzonti…

BEN RATH – Forgiveness (Sound In Silence, 2016) Lavoro parallelo e complementare del recente “Love & Suffering”, “Forgiveness” vede Ben Rath cimentarsi con un formato espressivo decisamente più conciso rispetto alle due lunghe tracce dell’episodio precedente. In poco più di ventisei minuti, infatti, il chitarrista inglese condensa ben otto brani, frutto di registrazioni casalinghe, nelle…

BVDUB – Yours Are Stories Of Sadness (Sound In Silence, 2016) Le copiose uscite di Brock Van Wey sono abitualmente ponderose, costituite da brani molto lunghi e ormai sempre più incentrate sugli aspetti ritmici della sua tavolozza ambient-dub. Ebbene, “Yours Are Stories Of Sadness” smentisce due delle tre premesse caratteristiche della musica dell’artista californiano, perché…