LOST IN THE TREES – All Alone In An Empty House (Anti-, 2010) “I got love songs, i got songs that make you cry” A conferma della grande vitalità e della sterminata offerta musicale della quale sono costellate le diverse sfumature dell’indie-folk di questi anni, giunge il recente fenomeno per cui sempre più spesso avviene…

CLOUDS IN A POCKET – Ten Blown Feathers (Canebagnato, 2010) Gli impressionismi d’autore e i racconti sussurrati in camerette dalle tinte pastello attecchiscono anche in Italia e, quasi per contrasto con i vividi colori mediterranei, le loro migliori rappresentazioni provengono dal profondo sud. Se due anni fa a segnalarsi era stata la Napoli di Giovanni…

GOLDMUND – Famous Places (Western Vinyl, 2010) Quando Keith Kenniff torna a incidere sotto l’alias Goldmund significa che il poliedrico artista americano ha deciso di far riaffiorare in superficie il suo profilo più intimo ed essenziale, quello ormai abitualmente riservato a compunti frammenti pianistici, protagonisti solitari di texture imperturbabili e miniature descrittive. Nei suoi cardini…

ANTONY AND THE JOHNSONS – Thank You For Your Love (Secretly Canadian, 2010) Il nuovo Ep di Antony & The Johnsons reca con sé una notizia e un’anteprima: la notizia è che il quarto album della band guidata dalla carismatica figura di Antony Hegarty, “Swanlights”, sarà pubblicato il prossimo 12 ottobre, mentre l’anteprima è rappresentata…

HEY MARSEILLES – To Travels And Trunks (Onto Entertainment, 2010) Meglio tardi che mai, verrebbe da pensare nell’osservare la pubblicazione ritardata di due anni, rispetto all’originaria autoproduzione risalente al 2008, della quale oggi è oggetto “To Travels And Trunks”, debutto dell’ennesima fresca proposta proveniente da quel territorio fertilissimo per il folk, inteso nell’accezione più lata…

TEARS RUN RINGS – Distance (Quince/Clairecords, 2010) Due anni dopo il suo debutto sulla lunga distanza, “Always, Sometimes, Seldom, Never”, la band “delocalizzata” dei Tears Run Rings (i suoi componenti risiedono infatti in diverse zone degli States e lavorano separatamente ai brani) rimette in moto la sua macchina spazio-temporale, per raggiungere nuovamente i suoni vorticosi…

VV. AA. – Vertical Integration (Second Language, 2010) Seconda compilation nella giovane storia dell’etichetta a sottoscrizione ideata da Glen Johnson, Martin Holm e David Sheppard. Se la prima, “Music And Migration”, era servita a presentare lo spirito e l’ampio spettro musicale della Second Language, prendendo come spunto un tema ben preciso, molto meno definiti sono…

THE R.G. MORRISON – Farewell, My Lovely (Loose Music, 2010) Rupert Graeme Morrison è un tranquillo giovane inglese del Devon, che di tanto in tanto si diverte a scrivere canzoni da suonare con la band che porta il suo nome. Non si pensi però a un eccesso di protagonismo, tanto più che Morrison è un…

MACHINEFABRIEK – Daas (Cold Spring, 2010) È obiettivamente impossibile tener dietro a tutte le pubblicazioni di Rutger Zuydervelt a nome Machinefabriek: tra collaborazioni, mini cd-r, cassette, vinili e, ogni tanto, un album nel senso proprio del termine, è difficile che passi mese che il paladino olandese della colossale autoproduzione casalinga non licenzi qualche nuovo saggio…

CATS ON FIRE – Dealing In Antiques (Johanna Kustannus/Matinée, 2010) Finalmente più di qualcuno si è accorto dell’eccellenza indie-pop proveniente dalla Finlandia, nonostante la sua onesta carriera abbia da poco oltrepassato il decennio. A onor del vero, l’istituzione americana del genere, ovvero l’etichetta Matinée, aveva già raccolto il testimone dalla piccola indigena Johanna Kustannus in…

BOBBY & BLUMM – A Little Big (Sound Of A Handshake, 2010) Tra i mille progetti collaborativi del tedesco Frank Schültge Blumm, comincia ad assumere autentica stabilità quello che lo vede affiancato dalla dolce voce della svedese Ellinor Blixt. Ecco così la seconda puntata dello strano binomio Bobby & Blumm, manifestatosi quasi a sorpresa due…

ELISA LUU – The Time Of Waiting (La Bèl, 2010) Prosegue senza interruzioni l’immersione nell’elettronica della romana Elisabetta Luciani, alias Elisa Luu. Appena un anno dopo il suo splendido debutto “Chromatic Sigh”, che ne aveva segnato la transizione dal jazz a un’elettro-acustica ricca di variopinte suggestioni, la ritroviamo oggi con cinque nuovi brani e soprattutto…

CURRENT 93 – Baalstorm, Sing Omega (Coptic Cat, 2010) Dalla genesi all’apocalisse, il passo non può che essere breve per chi all’escatologia ha improntato la propria creazione artistica e quasi la sua stessa vita. All’Aleph – simbolo della creazione – del precedente lavoro, segue dunque a distanza di appena un anno l’Omega, esito conclusivo che…

ARCO – Yield (Pastel, 2010) Tra i segreti meglio custoditi dell’understated pop dell’ultimo decennio, il trio degli Arco torna quasi a sorpresa a licenziare un disco, rompendo un silenzio di ben sei anni intercorso dal secondo album “Restraint”. È già una gradita notizia che l’assenza dalle scene della band formata dai fratelli Chris e Nick…

CLUB 8 – The People’s Record (Labrador, 2010) Potrebbe destare qualche stupore iniziale l’approccio al nuovo disco dei Club 8, quanto meno da parte di chi, dopo l’incantevole “The Boy Who Couldn’t Stop Dreaming” del 2007, si sarebbe potuto legittimamente attendersi la prosecuzione del duo svedese su quei binari di un indie-pop eccelso dal punto…

NOVELLER – Desert Fires (Saffron, 2010) Il curriculum della fanciulla presenta credenziali quali la partecipazione alla Guitar Army di Rhys Chatham e all’ensemble delle cento chitarre di Glenn Branca, collaborazioni con Aidan Baker e Carla Bozulich, performance dal vivo accanto a Xiu Xiu ed Emeralds, nonché l’esperienza in qualità di parte integrante di Cold Cave…