SHAULA – Tochka
(Somehow Recordings, 2011)

A breve distanza da “Yona” e in parallelo con altre composizioni destinate a uscite più concise, la nipponica Shaula offre un altro saggio di quiete naturalistica, attraverso gli otto tasselli che compongono il percorso di “Tochka”. Si tratta di un lavoro dagli spiccati contenuti narrativi, che a partire dall’iniziale immersione di “3” si sviluppa in drone più cupi, languidi abbandoni acustici e correnti ambientali, avviluppate in loop statici o percorse da morbidi riverberi chitarristici (“Goudy Sky”).

La title track conclusiva si apre invece a riflessi elettroacustici più definiti, che emergono brevemente dalle coltri di un sogno inafferrabile, il cui flusso è in lenta ma perenne trasformazione.

(pubblicato su ondarock.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.