music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

BARNA HOWARD – Barna Howard
(Mama Bird, 2012)

È impresa decisamente ardua emergere dall’anonimato nell’affollato panorama cantautorale di questi tempi. Eppure, Barna Howard ci riesce appieno, aggiungendo alla semplicità del suo picking acustico un timbro dylaniano che non passa inosservato e soprattutto tanto, tanto cuore.

Non vi è nulla in apparenza in grado di stupire nel suo omonimo album di debutto, ma dieci canzoni dalla scrittura cristallina, che narrano di batticuori e nostalgie familiari con un calore umano davvero raro.
Le dichiarate influenze di Neil Young e Townes Van Zandt possono rendere solo in parte l’idea di un lavoro che merita di essere assaporato con cura, al riparo dalle frenesie musicali dei nostri giorni. In vinile o digitale: http://barnahoward.bandcamp.com/.

(pubblicato su Rockerilla n. 383-384, luglio-agosto 2012)


Annunci

2 commenti su “

  1. Pingback: rearwiew mirror: 2012 | music won't save you

  2. Pingback: rearview mirror: 2012 | music won't save you

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 1 agosto 2012 da in recensioni 2012 con tag , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: