music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

cataldi_female_edition_sidelineCLAUDIO CATALDI / FEMALE EDITION – Sideline / Distills A Grain Of Lover’s Soul
(Have You Said Midi? Records, 2012)

Già autore di due album sulla concittadina – e purtroppo da poco cessata – The Wool Shop Production, anche il musicista e cantante palermitano Claudio Cataldi si lascia affascinare dall’estetica e del suono vintage delle cassette, ormai tornate in auge in particolare per sperimentazioni in edizione limitata.
E appunto limitatissima (sole ventisei copie) è la tiratura del nastro da lui condiviso con Female Edition, artista misterioso, del quale è dato conoscere solo lo stile intimista e le fosche tematiche di amore e morte sottese ai tre brani del suo lato della cassetta. La ripartizione tra i due, pur abbastanza affini nelle modalità espressive, è piuttosto netta nel rispettivo quarto d’ora di competenza nello split.

Cataldi impiega il proprio proponendo cinque brevi tracce, che vedono il suo cantato evocativo (Mat Sweet è appena dietro l’angolo) cimentarsi in visionarie ballate oscure e minimali, ingentilite da arpeggi acustici, curate armonizzazioni e cadenzati da tempi spezzati (“Two Days Left”); c’è spazio poi per il suo picking gentile (in “(We’re All) Strangers” e nel lieve strumentale “Snails”) e persino per stille elettriche (nell’ariosa “Way We Met”) che avviluppano in una distante nostalgia melodie arcane, gestite con misurata classe autorale.

Il lato di Female Edition presenta invece due strumentali di oltre sei minuti ciascuno, echeggianti cupi riverberi che nella conclusiva “Reverb Of A Nation” assumono connotati quasi ambientali, e una canzone di tre minuti (“Lunch”) che denota spigolose reminiscenze della bassa fedeltà degli anni ’90.

Così, l’accoppiata “Sideline / Distills A Grain Of Lover’s Soul” risulta lavoro senza dubbio peculiare, per associazione e tipologia stessa dell’uscita, che grazie alla micro-label Have You Said Midi? Records offre se non altro l’occasione per parlare di due progetti artistici italiani “ai margini”.

http://haveyousaidmidi.blogspot.it/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: