music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

teleman_breakfastTELEMAN – Breakfast
(Moshi Moshi, 2014)

Tra decantate next big thing e un floridissimo sottobosco di genuina indipendenza, le varie sfaccettature del pop britannico non cessano di offrire spunti stimolanti.

L’ultimo in ordine di tempo proviene da un quartetto a nome Teleman, fomato da ex-membri di Pete And The Pirates, al debutto con dieci tracce avvinte in un caleidoscopio minimal-synth, nel quale aleggiano dolcezze melodiche e lievi pulsazioni kraut.

La produzione di Bernard Butler aggiunge spessore a canzoni scorrevoli, in bilico tra romanticismo decadente e retro-futurismo sci-fi, entrambi comunque gestiti con misura e discreta qualità di scrittura. “Breakfast” risulta così un album brioso e gradevole, distante dai cliché del revivalismo (brit-)pop.

(pubblicato su Rockerilla n. 406, giugno 2014)


http://telemanmusic.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 11 giugno 2014 da in recensioni 2014 con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: