music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

adrianne_lenker_hours_were_the_birdsADRIANNE LENKER – Hours Were The Birds
(Self Released, 2014)

La timidezza e l’understatement, si sa, non sono certo premesse favorevoli alla diffusione della musica di artisti peraltro dediti all’autoproduzione. È sufficiente uno sguardo al bianco e nero invernale della copertina di “Hours Were The Birds” per capire quanto semplice e disadorna sia l’espressione di Adrianne Lenker, cantautrice di Minneapolis stabilitasi a New York, al secondo disco in formato digitale dopo l’ancor più sotterraneo “Ringing Bells” del 2012.

Eppure, le dieci agili canzoni che formano la mezz’ora scarsa del disco, ancorché prodotto pressoché esclusivo della sommatoria di voce e chitarra, non sono assimilabili a una dimensione “da cameretta”, né tanto meno a scrittura ed esecuzioni dimesse. Il merito è del peculiare timbro della Lenker, dalle tonalità agrodolci asciutte e decise, e del suo modo di relazionarsi col proprio strumento, trattato secondo una registro più assimilabile a quello delle tormentate cantautrici elettriche che alla tradizione folk.

L’approccio rock della cantautrice non contraddice la timidezza di fondo di fragili filigrane armoniche pur tradotte in un’estetica decisa, che sfocia persino in vibrazioni nervose (“Lighthouse”, “Gone”) ma sa farsi suadente e incantata (“Indiana”, “Snow Song”) e non manca di offrire qualche spunto di scorrevole brio pop (“Disappear”), che ben potrebbe dischiuderle platee più vaste.

Intanto, mentre è ormai lontano l’inverno nel quale il disco è stato registrato e pubblicato e mentre Adrianne Lenker si sta già dedicando a nuovi progetti insieme a Buck Meek, “Hours Were The Birds” resta una testimonianza di spontaneità che si discosta dai canoni prevalenti del cantautorato folk al femminile. Sotto i lineamenti delicati e l’apparente timidezza di Adrianne Lenker si nascondono un carattere e una forza espressiva tutti da scoprire.

http://www.adrianne.com/

Annunci

Un commento su “

  1. giadep
    21 agosto 2014

    oh, grazie – me ne sono già invaghito

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 21 agosto 2014 da in recensioni 2014 con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: