music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

bakers_at_dawn_to_find_consolation_in_water_metaphorsBAKERS AT DAWN – To Find Consolation In Water Metaphors
(Self Released, 2014)

Una passione quasi maniacale per la scrittura e la composizione anima lo svedese Marcus Sjöland, che ormai da qualche anno continua a registrare canzoni casalinghe, distribuendole gratuitamente in rete sotto l’alias Bakers At Dawn.

Dopo un paio d’anni di silenzio – dato inedito rispetto alla sua abituale prolificità – eccolo tornare con una nuova collezione di brani, da poco licenziata in download a offerta libera tramite la sua pagina Bandcamp e raccolti sotto il curioso titolo di “To Find Consolation In Water Metaphors”, dal quale già traspare l’eccentrica brillantezza dell’artista svedese.
Sjöland è infatti ben distante dal cliché del cantautore da cameretta, non solo per spirito e sensibilità pop ma soprattutto per un approccio a tutto tondo alla creazione musicale, ben delineato dalle sedici tracce del nuovo lavoro, tutte agili canzoni intorno ai tre minuti di durata, perfette istantanee di momenti di eterogena ispirazione, ad eccezione degli oltre nove minuti di “Ghost Info II”, strumentale tutto a base di riverberi e frequenze moderatamente oscure.

Benché l’artista svedese lasci così intravedere ulteriori sfere di interesse e potenzialità espressive, l’essenza del suo progetto Bakers At Dawn resta strettamente legata all’esplicazione di uno schietto linguaggio cantautorale, al più calato in atmosfere appena dilatate, che ne rispecchiano il contesto realizzativo. Tale dato è più evidente negli episodi più umbratili, nei quali il candore interpretativo di Sjöland è sorretto quasi esclusivamente da pochi accordi acustici (brani come “Somewhere To Be”, “In The Morning”, “Desperados” e il breve frammento “Formless”), mentre la sua vena pop incornicia sbarazzini quadretti uptempo (“All That You Have”, “Everyme Scenery”) e giunge anche a riecheggiare languori quasi jangly (“Me And You”).

Data la sua natura, sarebbe fuori luogo ricercare un’unitarietà d’intenti in “To Find Consolation In Water Metaphors”, lavoro la cui stessa varietà attesta la cifra espressiva di Marcus Sjöland, che dalla scrittura musicale non pretende altro se non divertimento e condivisione, obiettivi entrambi perseguiti con spontaneità e leggerezza apprezzabili.

https://www.facebook.com/pages/bakers-at-dawn/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: