music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

twigs_yarn_still_forms_driftTWIGS & YARN – Still Forms Drift
(Eilean, 2015)

Nulla meglio di una serie di improvvisazioni eseguite in vari luoghi remoti del sud-ovest statunitense e del Giappone poteva adattarsi all’idea di mappa sonora che dall’inizio dello scorso anno sta perseguendo attraverso le proprie pubblicazioni l’etichetta Eilean, curata con passione da Mathias Van Eecloo. Protagonisti del nuovo “landmark” dell’etichetta francese è il duo texano formato da Lauren McMurray e Stephen Orsak, che sotto l’alias Twigs & Yarn conducono una ricerca similarmente rivolta alla definizione di paesaggi sonori attraverso l’impiego di una strumentazione elettro-acustica catturata in presa diretta.

“Still Forms Drift” è il secondo lavoro del duo, che ne segue il debutto “The Language Of Flowers” a distanza di tre anni, nel corso dei quali McMurray e Orsak hanno appunto portato le loro improvvisazioni su field recordings, strumenti giocattolo e altri da loro stesso costruiti in solitari contesti all’aria aperta, dai quali hanno potuto catturare ulteriori suoni e suggestioni.

La genesi delle otto istantanee sonore raccolte in “Still Forms Drift” si percepisce nel viaggio in un altrove ambientale disegnato dai quaranta minuti del lavoro. La tremula ambience dell’iniziale “Hibernate” ne delimita già le coordinate costituite da dilatazioni ed esili stille armoniche o ritmiche, che prendono corpo nei narcolettici intrecci di corde acustiche e tastiere giocattolo di “Cave Bears” e nella consistenza liquida di “Sonora”, brano che al pari della conclusiva “Floes” reca con sé sentori estatici e delicate screziature di chiara matrice orientale.

Un quieto naturalismo ambientale ammanta comunque gran parte del lavoro, predominandone quasi per intero la seconda metà, le cui avvolgenti spire sono appena ricamate da field recordings e micro-suoni granulosi, che materializzano fedelmente l’ampiezza di orizzonti e la consistenza particellare di spazi desertici sconfinati.

Eppure, il territorio raccontato in forma di suono da Twigs & Yarn non è affatto inospitale, anzi quello di “Still Forms Drift” risulta un soundscaping elettro-acustico rilassato e accogliente.

http://www.twigsandyarn.net/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 28 aprile 2015 da in recensioni 2015 con tag , , , , , , , , .
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: