music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

secoya_ghostsSECOYA – Ghosts
(Fluttery, 2015)

Tanto per smentire l’abituale associazione della musica d’atmosfera con contesti creativi (e di fruizione) notturni, George Robinson racconta come gran parte delle sue composizioni prendano forma di mattina presto, prima ancora di alzarsi dal letto. Vi è, del resto, un carattere sonnolento e aurorale nei brani del compositore di Bristol, al debutto sotto l’alias Secoya con un lavoro di mezz’ora, incentrati sul bilanciamento tra riverberi modulati e progressioni armoniche, appunto avviluppate in un chiarore vaporoso, dalle dinamiche morbide eppure ben definite.

È tutt’altro che ambience statica quella rifusa nelle sei tracce di “Ghosts”, che del titolo rispecchia soltanto la consistenza incorporea; il lavoro segue infatti un’incessante percorso evolutivo della pratica compositiva di Robinson, che si sviluppa attraverso la stratificazione di soffi ambientali, ovvero secondo una giustapposizione (a)ritmica di frequenze.
Tra rilanci armonici di derivazione classica e minute screziature elettroniche, l’artista inglese crea così una sequenza di texture cinematiche, che conduce dal torpore a un placido risveglio dei sensi.

https://soundcloud.com/secoyan

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 3 ottobre 2015 da in recensioni 2015 con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: