music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

ruhe_patriarchsRUHE – Patriarchs
(Eilean, 2015)

Il minimalismo è qualcosa più di un’opzione estetica per Bryan Ruhe, compositore di sculture sonore realizzate con una lega di armonie e samples, da lui modellata secondo loop e variazioni particellare.

Eppure, la musica realizzata dall’artista di Portland continua a dischiudersi a orizzonti sonori estremamente ampi, che l’accurato dosaggio dei suoi minuti elementi rende tuttavia pienamente esaustivi dal punto di vista delle suggestioni cinematico-descrittive.
È quel che avviene, in maniera ancor più compiuta rispetto ai recenti “Chamber Loops”, nelle sette tracce di “Patriarchs”, frutto di un tocco lieve che delinea filigrane armoniche dai contorni evanescenti, scandite nell’occasione da note pianistiche avviluppate in un’atmosfera sonnolenta, incantata.

Tra le risonanze narcolettiche di “Towering”, il cantato scheletrico della title track e le celestiali aperture – in sedicesimi – di “Felled”, Ruhe costruisce un ambiente sonoro ovattato, la cui delicatezza rivela un’essenza fragile e austera, che solo nelle più fluide linee armoniche di “Guide” e “Shelter” consegue un’articolazione strutturale comunque sempre funzionale a intessere trine ambientali di consistenza impalpabile. L’estrema delicatezza della tavolozza di Ruhe trova poi coronamento nella delicatezza naturalistica degli ultimi due brani, incastonata nei field recordings della conclusiva “Beams” e nelle opalescenti screziature di “Restoration”, brano condiviso con Nobuto Suda.

Quella effigiata nelle miniature di “Patriarchs” continua così ad essere non la semplice sommatoria di una “experimental piano music” nell’accezione originaria propria dei precursori del minimalismo neoclassico, bensì una sua credibile traslitterazione nel senso di un’ambience non rifinita dalle note del pianoforte ma elaborata attraverso le sue stesse risonanze, in interstizi nei quali Ruhe costruisce mondi sospesi, nella cui estatica bellezza viaggiare in una sinestesia di mente e cuore.

http://www.worksbyruhe.net/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 10 ottobre 2015 da in recensioni 2015 con tag , , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: