music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

david_escallon_invisiblesDAVID ESCALLÓN – Invisibles
(Éter, 2015)

Due piani bianchi e levigati che si incontrano su un lato: l’estrema essenzialità della copertina del nuovo lavoro di David Escallón descrive già in maniera esaustiva l’estetica dell’artista colombiano, applicata a un universo al tempo stesso materiale e astratto.

La materialità appartiene agli oggetti che occupano lo spazio, l’astrattezza è, viceversa, quella delle componenti organiche dello spazio indistinto che li definisce: queste ultime sono rappresentate in “Invisibles”, popolati da irregolarità e minuti detriti atmosferici.

Di tali elementi pullulano le frequenze modulate e le poche note riconoscibili delle sei tracce, che più spesso descrivono i vuoti e le sospensioni di uno spazio sonoro silente.

(pubblicato su Rockerilla n. 424, dicembre 2015)

http://davidesca.wordpress.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 3 gennaio 2016 da in recensioni 2015 con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: