music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

dylan_leblanc_cautionary_taleDYLAN LEBLANC – Cautionary Tale
(Single Lock, 2016)

Due dischi su major e iperboli critiche (prima Drake, poi “il nuovo Neil Young”) non potevano non rappresentare un fardello per un artista giovane, per quanto già maturo, come Dylan LeBlanc.

Così, per il suo terzo lavoro il songwriter della Louisiana ha adottato un approccio di più basso profilo, puntualmente tradotto in un ritorno alla schiettezza espressiva e in un depotenziamento degli accenti sudisti del precedente “Cast The Same Old Shadow” (2012).

Arrangiamenti d’archi dal sapore antico e un country-folk innervato dal ritrovato lirismo delle sue interpretazioni ammantano adesso le dieci canzoni di “Cautionary Tale”, storie senza tempo scaturite dalla penna di un ispirato veterano venticinquenne.

(pubblicato su Rockerilla n. 425, gennaio 2016)

http://www.dylanleblanc.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 15 gennaio 2016 da in recensioni 2016 con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: