music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

TOÀN – Histós Lusis
(Eilean, 2017)

Tra i tanti pregi della sterminata mappatura sonora, articolata in cento uscite, dell’etichetta Eilean, vi è senz’altro quella della scoperta di artisti sotterranei, spesso provenienti da Paesi al di fuori dei consueti orizzonti produttivi indipendente, ma anche quella parallela della proposizione sotto diversa luce di musicisti abitualmente estranei al microcosmo dell’elettro-acustica ambientale o del neoclassicismo sperimentale.

Quest’ultimo è il caso di Anthony Elfort, artista bretone in precedenza impegnato come beatmaker e in prevalenza interessato ai mondi del jazz e dell’hip hop (sotto l’alias Qiwu Selftet), evidentemente ben distanti dal percorso di ricerca condotto dall’etichetta francese. Invece, due strade in apparenza così diverse si sono incontrate a partire da un esperimento di vera e propria ripartenza da parte di Elfort, non solo caratterizzata dal nuovo alias Toàn, ma soprattutto da una completa ridefinizione del suo impianto creativo, dal quale ha consapevolmente espunto in maniera radicale gli elementi sintetici in favore di una vasta congerie di suoni tratti da vecchi dischi, field recordings e parti strumentali reali.

La risultante di tale processo è tutta negli otto brani di “Histós Lusis”, la cui natura eterogenea dà luogo a una complessa varietà di suggestioni e paesaggi sonori; l’impianto essenzialmente acustico del lavoro, appunto interpolato da samples e suoni concreti, definisce un ambiente auditivo di consistenza granulosa, sul quale si muovono partiture cameristiche dominate da sparse note pianistiche e archi dall’incedere in prevalenza grave. Eppure, nei solchi di “Histós Lusis” ricorrono altresì chiaroscuri nei quali levità impressionistica a incorporeità spettrale si confondono in texture armoniche dosate con un equilibrio tale da spaziare con estrema naturalezza da un camerismo cinematico a una “hauntologia” mai così viva e in osmosi con il suono creato al tempo presente. Una ripartenza pienamente riuscita, una scoperta che rivela un pregevole tocco compositivo, apprezzabile in sé anche prescindendo dalla significativa svolta espressiva che ne è alla base.

https://soundcloud.com/toan-3

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 7 luglio 2017 da in recensioni 2017 con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: