music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

GALATI – Fragility
(Databloem, 2019)

Il viaggio, la dislocazione fisica in luoghi remoti e impervi rappresentano per Roberto Galati continua fonte di ispirazione, che lo conduce a riflessioni profonde dimensioni fisiche inattingibili e solo apparentemente aliene rispetto alle sue manipolazioni sonore. Come nel periodo creativo che ha presieduto a “Mother” (2014), l’artista padovano è tornato a confrontarsi in maniera solitaria con una natura la cui imponenza imprime soggezione nell’animo umano, del quale pure condivide la fragilità.

Non a caso “Fragility” si intitola la nuova opera di Galati, scaturita da un suo nuovo viaggio nelle zone dell’Asia centrale, a diretto contatto sensoriale e visivo con le catene montuose più elevate del pianeta. La fragilità intrinseca è appunto quella delle rocce scolpite da tempi geologici e dei ghiacci che le ricoprono, la cui proiezione a un infinito che travalica la dimensione umana è invece parimenti soggetta a fenomeni di decadimento.

Di questo raccontano gli ottanta densissimi minuti di “Fragility”, nel corso dei quali Galati ha efficacemente tradotto in suono sensazioni e riflessioni ricavate dalla sua esperienza in quei luoghi, dei quali i sette brani che formano il lavoro rispecchiano la granitica imponenza e la brulicante consistenza materica.

Proprio seguendo una sottile linea di continuità con “Mother”, “Fragility” mette nuovamente in luce gli aspetti più magmatici e rumorosi delle sculture sonore di Galati, mai come in questa occasione maestose e dettagliate nella rappresentazione di processi decostruttivi in essere ma percepibili soltanto nel lungo periodo. Eppure, non vi è nulla di apocalittico tra i solchi di brani che si svolgono come materia viva, in incessante movimento, ma piuttosto la contemplazione rapita e la consapevolezza di una fragilità che accomuna uomo, natura e suono.

http://www.galatimusic.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 12 luglio 2019 da in recensioni 2019 con tag , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: