music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

WILL JOHNSON – Wire Mountain
(Keeled Scales, 2019)

Da ormai oltre vent’anni, Will Johnson è uno dei più considerati tra i protagonisti della riscoperta della pratica cantautorale americana. Alla guida di Centro-matic e South San Gabriel, nonché nella profonda comunione umana con il compianto Jason Molina, l’artista texano ha da sempre combinato la propria impronta cantautorale estremamente classica con una sensibilità che continua a manifestarsi sotto forma di un lirismo discreto, mai sopra le righe.

È quel che avviene in maniera evidente nel suo ennesimo album solista, che pure dai brani di anticipazione (“Necessitarianism (Fred Merkle’s Blues)” e soprattutto “Cornelius”) sembrava voler indulgere piuttosto a un folk elettrico dai tratti robusti e polverosi. Invece, brano dopo brano, “Wire Mountain” si rivela ben presto lavoro dalle atmosfere ariose e riflessive, che avvolgono una serie di ballate sottilmente malinconiche, animate da un senso di distanza fisica e temporale.

Non sono soltanto i toni smorzati di “Gasconade” (che fa venire in mente un altro grande outsider come Damien Jurado) o il lieve romanticismo di “Need Of Trust And Thunder” a offrire brillanti spunti della poetica attuale di Johnson, ma in generale un approccio estremamente misurato alla scrittura e alle soluzioni che supportano i suoi brani. Infatti, anche laddove i brani restano caratterizzati da una dolente matrice elettrica (“To The Shephard, To The Lion”), vi sono associati aggraziati arrangiamenti cameristici, veicolati in particolare dal basso e dal violoncello di Lindsey Verrill, che funge altresì da gentile corrispettivo vocale alle vellutate interpretazioni di Johnson.

È, infine, la stessa soffusa chiusura strumentale al pianoforte “(You Were) Just Barely You” a suggellare la sentita introspezione che percorre l’intero “Wire Mountain”, veicolata dall’ampio respiro di paesaggi crepuscolari come quello ritratto sulla sua copertina, osservati da Will Johnson e filtrati dalla sua sensibile consapevolezza di scrittura.

http://www.will-johnson.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 27 settembre 2019 da in recensioni 2019 con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: