music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

JULIA GJERTSEN – Fragile
(Moderna, 2019)

Non è inedito vedere associati a opere di minimalismo da camera il concetto di fragilità, in particolare connesso ai contenuti armonici e alle ovattate ambientazioni sonore da esse sovente veicolate. Nel caso del primo lavoro sulla lunga distanza della norvegese Julia Gjertsen, che segue un Ep del 2012, non si tratta di un cliché espressivo, bensì della definita impronta impressa alle proprie composizioni.

Sparse filigrane pianistiche e arrangiamenti nei quali si sposano elementi organici ed elettronici connotano le sue declinazioni del tema, che pur presentando alcune pronunciate progressioni mantengono un prevalente profilo di misurato understatement.

(pubblicato su Rockerilla n. 371, novembre 2019)

https://soundcloud.com/juliagjertsen

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 3 dicembre 2019 da in recensioni 2019 con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: