KAADA
Misinterpretations
(Mirakel, 2021)

Non reinterpretazioni, bensì voluti travisamenti: John Erik Kaada mette in chiaro fin dal titolo l’operazione che lo ha condotto a “Misinterpretations”, anello di congiunzione mai così stretto tra l’odierna sperimentazione e i classici propriamente detti.

Il lavoro contiene dodici adattamenti di pièce di autentici monumenti (tra i quali Beethoven, Mendelssohn, Chopin, Satie e Debussy), improvvisati su un pianoforte “preparato” non al suo interno ma alterandone la sensibilità dei tasti attraverso una sorta di plastilina. I suoni così smorzati e l’approccio creativo del musicista norvegese riducono le distanze di tempi e linguaggi, disegnando prospettive ardite.

(pubblicato su Rockerilla n. 487, marzo 2021)

http://www.kaada.me/

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.