rearview mirror: 2017

Per la sesta volta dall’esistenza di Music Won’t Save You, è il momento della consuetudine riepilogativa di un’annata musicale, ancora una volta aliena da pratiche compilative e di fatto aperta a quanto, realizzato nel corso dell’anno nel mare magnum della produzione discografica, potrà essere scoperto in futuro. Con ancor maggiore evidenza rispetto al recente passato,…

ISNAJ DUI – Poiesis (Rural Colours, 2017) Come sempre attivissima tra progetti e collaborazioni (Littlebow, The Sly And Unseen, The Doomed Bird of Providence), Katie English non licenziava un album interamente solista sotto l’abituale alias Isnaj Dui dai tempi di “Dioptrics” (2015). L’occasione per tornare in completa autonomia ai suoi intricati incastri elettro-acustici è stata…

THE DECLINING WINTER / ISNAJ DUI – The Leaves In The Lane / Stone’s Throw split (Rural Colours, 2015) Due artisti dai percorsi estremamente trasversali nei rispettivi campi hanno condiviso le due facce da dodici minuti di un vinile 12”: da un lato (letteralmente) Richard Adams con le trasformazioni rurali di The Declining Winter, dall’altro…

ISNAJ DUI – Dioptrics (FBox, 2015) I titoli dei dischi di Katie English non sono mai casuali, anzi concorrono molto spesso a descriverne l’ambiente sonoro in essi condensato. Anche nel caso di “Dioptrics”, la scienza che studia la rifrazione della luce, il titolo è quanto mai adatto ai meticolosi incastri elettro-acustici contenuti nelle nove tracce…

ISNAJ DUI – Euplexia (Rural Colours, 2014) L’euplexia (lucipara) è quell’insetto notturno affine alla falena che d’estate è pressoché inevitabile osservare nervosamente attratto da fonti di luce. Forse in ragione della fragilità della materia della quale è formata e dell’incomprimibile tensione al movimento, entrambe sostanzialmente comuni alla sua musica, proprio a tale insetto è intitolato…

ISNAJ DUI – Secondary Projections (Hibernate, 2014) La cartolina sonora spedita da Katie English per la serie di mini-cd 3” auditivo-visuali di Hibernate Recordings proviene da un altrove misterioso e sottilmente inquietante. La traccia unica di diciotto minuti intitolata “Secondary Projections” vede la prolifica sperimentatrice inglese cimentarsi con una sequenza immateriale nella quale la matrice…

ORLA WREN – The Blizzard That Birthed Her (Facture, 2013) Tutto è nato dalla perenne rielaborazione e stratificazione di livelli sonori che anima l’instancabile sperimentatore Tui (Orla Wren), da poco tornato sulle scene dopo lungo silenzio con il maestoso “Book Of The Folded Forest”. Come quel lavoro è stato frutto di un lavoro condiviso con…

LOWERED – Lost Seas (Hibernate, 2013) Frutto della collaborazione tra Chris Gowers (Karina ESP) e Katie English (Isnaj Dui), “Lost Seas” vede i due sperimentatori inglesi spogliare completamente da rimaneggiamenti elettronici le loro partiture per pianoforte e violoncello, per restituirle alle rispettive dinamiche corali. In seguito rifiniti da percussioni, fiati e ventosi field recordings marini, i…

ISNAJ DUI  – Collision/Detection (Long Division With Remainders, 2013) Ultima frontiera della sperimentazione quella ideata dall’etichetta Long Division With Remainders: “Collision/Detection” è un progetto compositivo articolato sulla base di una serie di frammenti sonori prodotti da diversi artisti e poi affidati per sorteggio ad altri per essere sviluppati in maniera organica. Quelli toccati in sorte…

ISNAJ DUI – Abstracts On Solitude (Hibernate, 2012) Katie English suona il flauto, manipolandone il suono fino a trasfigurarlo completamente. Reduce da molteplici collaborazioni (ultima quella con Keiron Phelan in Littlebow), torna ora a dedicarsi al suo personale progetto Isnaj Dui, con un lavoro nel quale il suo strumento d’elezione è affiancato dal dulcimer nella creazione…