[streaming] Gemini Sisters – Something Serpentine

Taken from Gemini Sisters self-titled album, out March 31st via Psychic Troubles Tapes. Gemini Sisters consists of John Kolodij of High Aura’d and Matt Christensen of Zelienople/Mind Over Mirrors. The vision for the collaboration came after the two had daughters born on the same day in the same year under the Gemini sign. The Gemini…

rearview mirror: 2017

Per la sesta volta dall’esistenza di Music Won’t Save You, è il momento della consuetudine riepilogativa di un’annata musicale, ancora una volta aliena da pratiche compilative e di fatto aperta a quanto, realizzato nel corso dell’anno nel mare magnum della produzione discografica, potrà essere scoperto in futuro. Con ancor maggiore evidenza rispetto al recente passato,…

MATT CHRISTENSEN – I Know What The Fight Is (Morc, 2017) Rasenta davvero i confini dell’umanamente possibile seguire l’intensissima produzione di Matt Christensen, come sempre ripartita tra pubblicazioni ufficiali e uscite digitali rese disponibili attraverso la sua pagina Bandcamp ma ormai decisamente sbilanciata verso queste ultime. Basti pensare che da agosto a oggi il chitarrista…

rearview mirror: 2016

Buone o cattive che possano reputarsi, alle abitudini è ben difficile rinunciare; per questo, nelle ultime settimane (in qualche caso persino prima della fine dello scorso novembre!) chi segue con attenzione la musica indipendente avrà avuto modo di leggere decine e decine di classifiche volte a ricostruire, raccogliendone il meglio, l’annata appena trascorsa. Per lo…

MATT CHRISTENSEN – Prowl (Tavern Eightieth, 2016) La fertilissima creatività di Matt Christensen si apre nelle sei tracce strumentali di “Prowl” a orizzonti per certi versi imprevedibili; non è una novità che l’artista chicagoano, chitarrista degli Zelienople, coltivi una fervida attività solista tra ricerca ambientale e scrittura slow-core, riversata quasi senza soluzione di continuità in…

MATT CHRISTENSEN – Honeymoons (Miasmah, 2016)* Quando non è impegnato con i suoi Zelienople, Matt Christensen si dedica a un’intensa attività solista, le cui copiose creazioni casalinghe abbracciano ricerca sonora e narcolessie d’autore. Nel caso di “Honeymoons” il chitarrista chicagoano non è limitato a riversarne i frutti in presa diretta sulla rete, bensì li ha…

[streaming] Matt Christensen – Honeymoons

You might be familiar with Matt Christensen as singer and guitarist of atmospheric masterminds Zelienople. His most recent solo endeavour however embodies a song writer deeply involved with his own vision of sound, resulting in an accomplishment strong enough to stand on its own. Matt delivers a longing and emotional outreach through Honeymoons’ six delicate…

MATT CHRISTENSEN – I Can See The Way Down (Self Released, 2014) Mentre i suoi Zelienople sono silenti da ormai quasi due anni, per il chitarrista della band Matt Christensen è un periodo di prolifica attività solista. Al recente secondo lavoro solista “Coma Gears”, l’artista chicagoano ha infatti fatto seguire un’accoppiata di album digitali costituita,…

MATT CHRISTENSEN – Grown Ups (Self Released, 2014) A brevissima distanza dal suo secondo disco solista “Coma Gears”, il chitarrista degli Zelienople rende disponibili nel solo formato digitale sei brani intrapresi in precedenza ma la cui faticosa lavorazione era stata sopravanzata da quella, ben più immediata, del recente album. Quei brani sono così “cresciuti”, rimaneggiati…

MATT CHRISTENSEN – Coma Gears (Bathetic, 2014) Mentre il primo lavoro di Matt Christensen a margine della sua attività di voce e chitarra degli Zelienople (“A Cradle In The Bowery“, 2011) era ammantato dalla gioia per la nascita della figlia, “Coma Gears” è il frutto di riflessioni ben più fosche su morte, conflitti e devianze….