music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

BENOÎT PIOULARD – Slow Spark, Soft Spoke (Dauw, 2017) Nella continua oscillazione tra il lato di Benoît Pioulard orientato a una scrittura folktronica dai tratti pop sempre più lievi e … Continua a leggere

17 novembre 2017 · Lascia un commento

BENOÎT PIOULARD – Ligning Poise (Beacon Sound, 2017) Reduce dalla brillante incursione pop di “The Benoît Pioulard Listening Matter” (2016), Thomas Meluch torna a mostrare il lato più prettamente ambientale … Continua a leggere

8 settembre 2017 · Lascia un commento

[streaming] Benoît Pioulard – Finity

On “Finity” Pioulard spins a deft web of sustained guitar tone that peaks, just above the red, in crucial moments – tethering an otherwise otherworldly composition to the very real, … Continua a leggere

13 aprile 2016 · Lascia un commento

PERILS – Perils (Desire Path, 2015) La parabola che ha condotto Thomas Meluch verso territori ambientali sempre più rarefatti, esplicitata nell’ultimo album “Sonnet” e nel recente Ep “Noyaux”, ha radici … Continua a leggere

26 novembre 2015 · Lascia un commento

BENOÎT PIOULARD – Noyaux E.P. (Morr Music, 2015) È sempre più decisa la transizione ambientale di Thomas Meluch. Le quattro tracce di “Noyaux” rappresentano per l’artista di Portland un’ideale appendice del … Continua a leggere

10 novembre 2015 · Lascia un commento

BENOÎT PIOULARD – Sonnet (Kranky, 2015) È come se l’esperienza accanto a Rafael Anton Irisarri nel consolidato progetto Orcas abbia indotto un processo di osmosi creativa in Thomas Meluch – … Continua a leggere

31 marzo 2015 · Lascia un commento

ORCAS – Yearling (Morr, 2014) Se la prima collaborazione tra Thomas Meluch (Benoît Pioulard) e Rafael Anton Irisarri poteva apparire il frutto estemporaneo improvvisato dell’incontro di due artisti che avevano … Continua a leggere

3 aprile 2014 · Lascia un commento