music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

Benoit Pioulard - Case - Layers - Cover Cut copyBENOÎT PIOULARD – Hymnal Remixes
(Lost Tribe Sound, 2014)

La straordinaria versatilità nell’elaborazione di una personalissima formula di cantautorato folktronico dimostrata da Thomas Meluch nei suoi quattro album a nome Benoît Pioulard, oltre che in una serie di collaborazioni e sperimentazioni solitarie, non poteva non essere colta quale punto di partenza per un’operazione di rimaneggiamento dei suoi brani da parte di un ampio novero di artisti di diversa estrazione.

Lo spunto originato dall’etichetta Lost Tribe Sound ha tratto le mosse dall’ultimo lavoro del poliedrico artista di Portland, sottoposto integralmente a una serie di remix che ne hanno trasfigurato i caratteri, accentuandone in linea di massima quelli più sperimentali attraverso un lavoro di incessante decostruzione, addensamento e rideclinazione delle componenti atmosferiche più che di quelle melodiche dei brani. È sufficiente scorrere l’elenco dei diciannove artisti coinvolti (tra i quali lo stesso Meluch, impegnato in un autoremix) per cogliere il chiaro indirizzo sperimentale ed elettronico.

Mentre non destano particolare sorpresa le profonde saturazioni apportate da Radere, Fieldhead o Segue, autentiche trasformazioni sono quelle conseguite sui brani loro sottoposti da parte di Graveyard Tapes e Cock And Swan, questi ultimi in particolare dediti a sviluppare le componenti più atmosferiche di “Homily”.
Nell’articolata tracklist, meritano poi una segnalazione le derive sintetiche impresse da Field Rotation a “Censer”, le segmentazioni notturne di “Florid” elettronicamente enfatizzate da Brambles e le pregevoli derive ambientali delle manipolazioni operate dai vari Loscil, Part Timer e The Remote Viewer.

Il doppio cd di remix dalla durata complessiva di circa un’ora e quaranta, presentato in un’elegante confezione, appare in sostanza una valida testimonianza dell’elasticità dei brani di Pioulard a farsi plasmare nei variopinti profili delle loro texture elettro-acustiche.

http://pioulard.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: