ELORI SAXL  The Blue Of Distance  (Western Vinyl, 2021) Come le montagne osservate da lontano assumono una colorazione azzurra, così un’opera incentrata su synth analogici può invece rivelare un’essenza di composizione contemporanea. Non a caso al fenomeno ottico si riferisce il titolo del lavoro realizzato da Elori Saxl Kramer – filmaker, autrice di musica per…

ELSKAVON & JOHN HAYES Du Nord  (Western Vinyl, 2020) La ricerca di una maggiore articolazione nella composizione neoclassico-ambientale è alla base della prima collaborazione tra il progetto elettronico di Chris Bartels e le texture pianistiche di John Hayes. Ispirate al rigido clima del loro Minnesota, le undici brevi tracce di “Du Nord” non costituiscono la…

SELAH BRODERICK Anam  (Western Vinyl, 2020) Per i Broderick, la musica è davvero una questione di famiglia. Mentre i compositi profili artistici di Peter ed Heather sono ormai consolidate realtà del panorama indipendente, l’ampiezza dei loro orizzonti creativi è persino riuscita a coinvolgere le inclinazioni musicali dei genitori; dopo che, con il padre Steve, Peter…

GOLDMUND – The Time It Takes  (Western Vinyl, 2020) Col passare del tempo, Helios e Goldmund, i due progetti principali di Keith Kenniff sono andati via via avvicinandosi. In particolare il secondo, originato all’insegna del minimalismo pianistico si è gradualmente rivestito di componenti elettro-acustiche e ambientali, che nel precedente “Occasus“ (2018) avevano assunto tratti atmosferici…

LOGAN FARMER – Still No Mother (Western Vinyl, 2020) Arrivederci Monarch Mtn, ben (ri)trovato Logan Farmer; dopo sei album sostanzialmente autoprodotti e pubblicati sotto l’alias, il cantautore del Colorado si presenta per la prima volta a proprio nome e sostenuto da un’etichetta indipendente di primo piano. Non mutano più di tanto gli elementi essenziali della…

MINT JULEP – Stray Fantasies (Western Vinyl, 2020) Al quarto episodio del loro duo improntato a sonorità sintetiche eighties, Keith Kenniff (Helios, Goldmund) e la moglie Hollie continuano a confezionare canzoni dalle molteplici sfaccettature. Benché infatti “Stray Fantasies” calchi inizialmente l’accento su bassi pulsanti e su dinamiche marcate, nella galleria dei suoi dodici brani le…

CHRISTOPHER TIGNOR – A Light Below (Western Vinyl, 2019) Il violino continua a rappresentare il motore propulsivo per le composizioni di Christopher Tignor. Dalle sue corde muove infatti principalmente l’artista newyorkese per confezionare i sette densi brani raccolti in “A Light Below”, risultanti da un approccio improntato a scarna immediatezza e cura degli snodi armonici….

ROB BURGER – The Grid (Western Vinyl, 2019) Con un curriculum costellato da collaborazioni che spaziano da John Zorn a Iron & Wine, Rob Burger ha maturato una lunga serie di esperienze in qualità di tastierista e fisarmonicista, realizzando inoltre in proprio anche musiche per colonne sonore. “The Grid” si atteggia a ideale summa della…

HEATHER WOODS BRODERICK – Invitation (Western Vinyl, 2019) Per il suo terzo album solista in dieci anni, inframezzati da innumerevoli collaborazioni con altri musicisti su disco e in live band, Heather Woods Broderick è tornata ai luoghi e ai temi della sua formazione individuale. Concepiti respirando la desolata bellezza della zona costiera dell’Oregon e ispirati…

MACHINEFABRIEK – With Voices (Western Vinyl, 2019) Una nuova ambiziosa commistione di suoni e tecniche si aggiunge allo sterminato catalogo di manipolazioni di Rutger Zuydervelt. Come esplicitato dal titolo, lo sperimentatore olandese combina per la prima volta il suo arsenale di nastri, synth e generatori di frequenze analogici con emissioni vocali umane. Tra gli artisti che…

JESSICA RISKER –  I See You Among The Stars (Western Vinyl, 2018) Spogliatasi dall’alias Deadbeat e dagli elementi elettronici ad esso connessi, Jessica Risker si presenta per la prima volta nelle vesti di cantautrice al tempo stesso delicata e visionaria. Gli otto agili brani di “I See You Among The Stars” pongono l’accento su melodie…

AISHA BURNS – Argonauta (Western Vinyl, 2018) Quando cinque anni fa si affacciò per la prima volta in veste solista, fu sorprendente scoprire l’intensa sensibilità da cantautrice di Aisha Burns, fino ad allora solo violinista dei Balmorhea. Al secondo album, l’artista texana mostra di aver consolidato in maniera significativa il nuovo profilo, con otto canzoni nelle…

GOLDMUND – Occasus (Western Vinyl, 2018)* Anche l’incarnazione pianistico-minimale di Keith Kenniff (Helios, Mint Julep) acquisisce un’articolazione di contenuti tale da trascendere la sparsa rappresentazione di note ad essa connessa in gran parte dei precedenti sei dischi a nome Goldmund. A tre anni di distanza da “Sometimes”, il pianoforte e la sua ricercata preparazione non si…

BALMORHEA – Clear Language Reworked (Western Vinyl, 2018) Non è un’esperienza inedita per i Balmorhea sottoporre i propri lavori, a breve distanza dalla loro pubblicazione, a operazioni di rimaneggiamento da parte di artisti impegnati nel campo della sperimentazione ambientale. Com’era avvenuto per i remix di “All Is Wild, All Is Silent” (2009), tocca ora ad…

LEAN YEAR – Lean Year (Western Vinyl, 2017)* A uno sguardo superficiale, la lettura della nuova denominazione Lean Year e delle note di presentazione come progetto artistico gravitante intorno alle canzoni di Emilie Rex potrebbe lasciar sfuggire l’informazione più rilevante che ne caratterizza il debutto, almeno nell’ottica dei cultori di quella temperie artistica che alla…

BALMORHEA – Clear Language (Western Vinyl, 2017) Nel primo scorcio della loro attività, i Balmorhea di Rob Lowe e Michael Muller avevano abituato i loro estimatori a uscite numerose e ravvicinate; i cinque anni di assoluto silenzio trascorsi dall’ultimo “Stranger” si pongono dunque in evidente controtendenza rispetto a una creatività inizialmente tanto fervida ma che…

YOUNG MOON – Colt (Western Vinyl, 2016) Se “Navigated Like The Swan” (2012) dischiudeva l’universo di Trevor Montgomery a sognanti orizzonti di luce diffusa, quattro anni e vari passaggi di vita dopo, “Colt” ne scandaglia un profilo più tenebroso, che corrisponde all’ampliamento di Young Moon da progetto personale a vera e propria band. Gli undici…

KAITLYN AURELIA SMITH – Ears (Western Vinyl, 2016) Il naturalismo analogico di Kaitlyn Aurelia Smith si arricchisce, nel suo secondo album ufficiale, di una serie di un ventaglio suggestioni che amplificano i già cosmici orizzonti delle oscillazioni del suo vecchio Buchla. A differenza dei brevi frammenti del precedente “Euclid”, le otto tracce del nuovo “Ears”…