music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

mathias_delplanque_chutesMATHIAS DELPLANQUE – Chutes
(Baskaru, 2013)

Portare (letteralmente) il momento creativo della musica d’ambiente fuori dalle manipolazioni alchemiche di uno studio e a contatto con la sua matrice originaria; così si potrebbe riassumere l’essenza e la finalità sottesa a “Chutes”, ultimo lavoro dell’attivissimo sound artist Mathias Delplanque.

I sette brani che compongono l’album, realizzati attraverso una stazione sonora mobile e in completa assenza di overdub, rifuggono tuttavia eccessi concettuali accademici per restituire la dimensione “live” di improvvisazioni incentrate non solo materiale elettronico ma anche su samples e rumori prodotti da oggetti. “Chutes” appare infatti una galleria di suoni in movimento, che sanno assumere forme irregolari e spigolose (si veda la rumorosa torsione finale di “Fell”) ma anche regalare scorci di liquido impressionismo elettro-acustico (“Bu”, “Flo”) e persino ovattati flussi ambientali (“Ru”).

Probabilmente il disco più completo e accessibile di Delplanque, certamente quello la cui realizzazione si avvicina maggiormente al suo immaginario “concreto”.

http://www.mathiasdelplanque.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 11 febbraio 2013 da in recensioni 2013 con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: