music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

last_harbour_caulLAST HARBOUR – Caul
(Gizeh, 2015)

Artefici di una tenebrosa ibridazione tra post-rock e folk orchestrale, gli inglesi Last Harbour hanno registrato e prodotto il loro nuovo album in completa autonomia nei loro nuovi studi di Manchester. “Caul” è tuttavia il frutto di un processo creativo condiviso, tra gli altri con Sarah Kemp (Brave Timbers, Memory Drawings) e Claire Brentnall degli Shield Patterns.

Pur amplificando i caratteri cameristici degli arrangiamenti, tali contributi non alleviano i toni apocalittici di gran parte delle otto tracce del lavoro, che pure presentano radi squarci di luce nella claustrofobica di chitarre abrasive e ritmiche marziali con i timbri cavernosi del songwriter Kevin Craig.

Tormento ed estasi doom-folk.

(pubblicato su Rockerilla n. 413, gennaio 2015)

http://www.lastharbour.co.uk/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 febbraio 2015 da in recensioni 2015 con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: