music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

damon_and_naomi_fortuneDAMON & NAOMI – Fortune
(20|20|20, 2015)

La sottile magia creata dagli accordi e dai carezzevoli intrecci vocali di Damon Krukowski e Naomi Yang è la stessa che presiede a ogni nuovo capitolo della loro storia artistica che, sotto diverse forme, prosegue ormai ininterrotta da oltre un quarto di secolo. La scintilla che presiede alle loro creazioni si manifesta secondo cadenze rade, per la seconda volta consecutiva a quattro anni di distanza dalla precedente occasione (“False Beats And True Hearts”, 2011), a dimostrazione dell’approccio rilassato e naturale alla scrittura da parte della coppia, peraltro impegnata ad esprimersi anche attraverso linguaggi artistici diversi da quello musicale (in particolare i video della Yang). Non si tratta certo di congiunzioni astrali, ma di spunti tratti dall’esperienza quotidiana, filtrati attraverso sensibilità la cui sintesi è resa ancor più spontanea e coesa dalla reciproca confidenza.

Nel caso di “Fortune”, album simbolicamente pubblicato nella data del decennale di “The Earth Is Blue”, si tratta di una raccolta di immagini, vecchie fotografie scoperte dalla Yang dopo la scomparsa del padre, delle quali le undici tracce del lavoro rappresentano una galleria fatta di piccoli fremiti dell’animo, un distillato di quell’endemica nostalgia, da sempre connaturata alle creazioni di Damon & Naomi.
“Fortune” è un album breve, appunto una raccolta di istantanee sbiadite dal tempo e velate dalla malinconia che, ad eccezione della conclusiva “Time Won’t Own Me”, si attestano ben al di sotto dei tre minuti di durata media. Al tocco lieve di Damon e Naomi è infatti sufficiente un breve arco temporale per dispensare piccole gemme di grazia e armonia, non semplicemente avvinte da languori dimessi ma tali da fornire conforto e ovattato calore umano alle riflessioni e ai ricordi cristallizzati in luoghi e immagini.

Dolcezza e partecipazione emotiva trasudano fin dall’iniziale “The Seeker”, cento secondi di celestiali armonie sottovoce di Damon, che avvolgono l’amata con il saldo sentimento di un abbraccio, introducendo una sequenza di umanità palpitante e austera, ora più che mai spogliata da sovrastrutture produttive e ridotta all’osso di un’incantata intimità. Espunta ogni torsione psych ancora ricorrente nei due lavori precedenti, pochi elementi rifiniscono le sospese armonie di chitarra o pianoforte e i morbidi riverberi che ammantano gli avvicendamenti e i gentili intrecci tra le voci: il morbido rullante e le rilucenti ritmiche acustiche di “Amnesia” (quasi un pezzo degli Spokane!), l’alone di sognante narcolessia di “A Shining Dream” e “Sky Memories”, il soave picking che fa di “Towards Tomorrow” quasi una canzone folk che, al pari della più vivace melodia e della vivacità di “Time Won’t Own Me”, sarebbe potuta essere scritta da un altro straordinario binomio quale i Mojave 3 di Neil Halstead e Rachel Goswell.

Anche in ragione della delicatezza in punta di dita con la quale sono state realizzate, nelle vellutate pieghe di “Fortune” non ricorrono momenti di pungente angoscia, ma tutt’al più una placida sofferenza del ricordo (“Hurt House”), elegantemente diluita in carezze suadenti, che nascono nella penombra di un crepuscolo ma si aprono alla luce di una speranza, di un futuro da vivere ancora insieme, da raccontare ancora con una classe sopraffina, inscalfibile dal tempo.

http://www.damonandnaomi.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 14 febbraio 2015 da in recensioni 2015 con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: