SOUND AWAKENER & LINEAR BELLS – Belonging To The Infinity (Soft Recordings, 2015) Due visioni ambientali distanti nello spazio ma unite dal loro carattere eterodosso rispetto alle stesse definizioni di volta in volta loro attribuite (dall’elettro-acustica al neoclassicismo, fino al noise) si incontrano per una collaborazione che è tutto fuorché una mera sommatoria di esperienze….

intervista: SCOTT MATTHEW

Dopo un inizio di carriera al ritmo di quasi un disco all’anno, “This Here Defeat” è il tuo primo disco di materiale originale in quattro anni. È cambiato qualcosa nel tuo modo di approcciarti alla scrittura? Il mio approccio non è poi cambiato così tanto, ma sentivo il bisogno di prendermi il tempo necessario per…

[streaming] Veroníque Vaka – Verndari

Teaser-track from the upcoming album “Erlendis” by Veroníque Vaka, to be released May 25th 2015. Composed and produced by Veroníque Vaka Co-written by Björn Pálmi Pálmason Recorded by Paul Evans at the Greenhouse Studios, Reykjavik Additional production and engineering by Alex Somers Veroníque Vaka: cello, bowed glockenspiel and field recording, Björn Pálmi Pálmason: piano Karl…

PETER BRODERICK – Colours Of The Night (Bella Union, 2015) Da un nuovo lavoro di Peter Broderick non si sa mai cosa attendersi, tanto più quando sono trascorsi ben tre anni dal suo ultimo disco solista, quel “These Walls Of Mine” che lo aveva visto, tra l’altro, nell’ulteriore inedita veste hip hop (!). Nel frattempo,…

[streaming] Twin Oaks – Ghosts

“Ghosts” is the first taste from the upcoming debut full-length album by Twin Oaks to be released later in 2015. The song was co-produced and mixed by Joshua Simmons. Twin Oaks will be back in the studio throughout May to complete the final sessions of the album titled “White Noise”. http://www.twinoaksmusic.com/

TWIGS & YARN – Still Forms Drift (Eilean, 2015) Nulla meglio di una serie di improvvisazioni eseguite in vari luoghi remoti del sud-ovest statunitense e del Giappone poteva adattarsi all’idea di mappa sonora che dall’inizio dello scorso anno sta perseguendo attraverso le proprie pubblicazioni l’etichetta Eilean, curata con passione da Mathias Van Eecloo. Protagonisti del…

GREAT LAKE SWIMMERS – A Forest Of Arms (Nettwerk, 2015) È sempre più chiara la scissione della dimensione “solista” di Tony Dekker rispetto a quella di Great Lake Swimmers, suo progetto ultradecennale trasformatosi ormai stabilmente in vera e propria band. Mentre nella prima veste il songwriter canadese ha riabbracciato l’intimismo delle origini (“Prayer Of The Woods“,…

[streaming] Rob St. John – Young Sun

From “Young Sun | Trouble Comes” split 10″ with Woodpigeon. Released on April 20th 2015 on Song, by Toad Records: http://songbytoadrecords.com/rob-st-john/split-10/ “Young Sun” is also featured as current “single of the week” of the radio show L’Attimo Fuggente.

JENNY LYSANDER – Northern Folk (Beating Drum, 2015)* I quattro brani del “Lighthouse EP” pubblicato lo scorso anno, insieme a poche altre registrazioni casalinghe dispensate tramite la sua pagina soundcloud, erano stati più che sufficienti per far richiamare l’attenzione su Jenny Lysander. I pochi, ma efficacissimi, tratti della personalità artistica della ventenne svedese avevano del…

[streaming] Corrina Repp – Woods

Young french label Discolexique is releasing Corrina Repp’s first solo album in almost ten years ” The Pattern of Electricity”. Recorded by long-time friend Peter Broderick at his studio on the Oregon coast, and mixed by Benjamin Weikel (Helio Sequence), these nine perfect gems of songs will be released on May 19th on CD and limited…

MANYFINGERS – The Spectacular Nowhere (Ici d’Ailleurs/Mind Travels, 2015) Sono trascorsi esattamente dieci anni dal capolavoro nascosto di minimalismo elettro-acustico (“post-“…tutto!) di “Our Worn Shadow”, un periodo nel quale Chris Cole ha riposto nel cassetto il proprio progetto solista Manyfingers per proseguire quella traiettoria obliqua, ma straordinariamente stimolante, che lo aveva già visto accanto a…

MICHIRU AOYAMA – In A Dream (Shimmering Moods, 2015) Il titolo del brano d’apertura del quarto lavoro sulla lunga distanza di Michiru Aoyama suona un po’ come un manifesto programmatico: “To You, Relax” è insieme una dedica e un suggerimento, ma anche l’evidente finalità estetica dell’artista giapponese musicalmente formatosi a Berlino. Tutte le nove tracce di…

AISHA BADRU – Vacancy (Self Released, 2015) Quattro canzoni in dieci minuti: il dono della concisione è senz’altro il primo biglietto da visita di Aisha Badru, ventitreenne newyorkese al debutto con un Ep che incanta fin dalle prime note e dalle prime vibrazioni della sua voce. Anticipato di qualche mese dal brano d’apertura, “Waiting Around“,…

MONOCHROMIE – Behind Black Clouds (Fluttery, 2015) La natura di artista multimediale e polistrumentista di Wilson Trouvé si riflette fedelmente nelle opere del suo progetto Monochromie, nel quale il compositore francese non si limita a esercitarsi in saggi di neoclassico ma, di volta in volta, esplora universi sonori variegati, che nel corso degli anni si…

intervista: THE DECLINING WINTER

Reduce dalla straordinaria esperienza degli Hood insieme al fratello Chris, nei dieci anni intercorsi dall’interruzione dell’attività della band, Richard Adams ha continuato a sviluppare le componenti più rurali e malinconiche di quel suono così particolare, intraprendendo numerose collaborazioni e progetti. Tra questi, The Declining Winter resta tuttavia il suo vero e proprio alter-ego, quello nel quale compiutamente…

STROM NOIR – Glaciology (Zoharum, 2015) Nella sempre più prolifica produzione dello slovacco Emil Maťko sotto l’alias Strom Noir, mancava ancora il tema “glaciale” tanto caro agli artisti operanti nella sperimentazione ambientale. “Glaciology” sopperisce a questa carenza con cinque tracce nelle quali Maťko condensa i due principali aspetti concettuali del tema: da un lato vi è…

interview: THE DECLINING WINTER

In the decade after Hood‘s hibernation, Richard Adams kept developing the most “rural” and melancholic side of the band’s unique sound in different collaboration and projects. The Declining Winter is for sure his most personal one. A few weeks after the release of his latest album, the wonderful “Home For Lost Souls“, Adams talks about its working…

HANGING UP THE MOON – Immaterial (Kitchen, 2015) Il percorso di Sean Lam è decisamente particolare, anche in un mondo musicale sconfinato come quello odierno, non solo per la sua provenienza inedita ma soprattutto per il curioso processo che l’ha condotto prima a spogliarsi di un retroterra indie-rock per accedere a una scarna dimensione di…