music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

peter_broderick_colours_of_the_nightPETER BRODERICK – Colours Of The Night
(Bella Union, 2015)

Da un nuovo lavoro di Peter Broderick non si sa mai cosa attendersi, tanto più quando sono trascorsi ben tre anni dal suo ultimo disco solista, quel “These Walls Of Mine” che lo aveva visto, tra l’altro, nell’ulteriore inedita veste hip hop (!). Nel frattempo, a dispetto di un periodo di presunta crisi creativa, il polistrumentista dell’Oregon ha instaurato nuove collaborazioni (con Chantal Acda e Gabriel Saloman, tra gli altri) e intrapreso strade imprevedibili, come nel caso delle derive sintetiche di Greg Gives Peter Space, insieme a Greg Haines).

Dunque, anche sulla scorta di quanto variamente manifestato nell’Ep di anticipazione, “(Colours Of The Night) Satellite”, pubblicato alla fine dello scorso anno è lecito accostarsi al nuovo lavoro di Broderick con estrema curiosità, anche in ragione del suo atteso ritorno alla sua delicata dimensione cantautorale. Le dieci tracce di “Colours Of The Night”, registrate durante un soggiorno in Svizzera con l’assistenza dell’amico Nils Frahm, non tradiscono infatti tale aspettativa, seppure le esperienze nel frattempo maturate e la diversità del contesto produttivo lo abbiano condotto a evolvere in maniera significativa la dimessa essenzialità acustica dello splendido “How They Are” (2010).

“Colours Of The Night” gravita comunque in maniera evidente intorno alle canzoni di Broderick, che nell’occasione dispensano non soltanto tonalità sfumate e timbri sommessi, ma si arricchiscono di elementi che, come da titolo del disco, conferiscono colori vividi alle atmosfere umbratili dei brani. Benché infatti scorci di compassato intimismo siano ben presenti nel corso del lavoro, l’obiettivo primario ad esso sottostante appare quello di incorniciare canzoni scritte e interpretate con tocco lieve attraverso una pluralità di soluzioni sonore, le cui principali direttrici sono individuabili nella cura degli aspetti ritmici e in una vivace coralità che, insieme, producono caldi accenti soul. Lo si percepisce in maniera evidente già nell’apertura “Red Earth”, oltre che nella title track anticipata nell’Ep, e ancor di più nel lungo crescendo “spiritual” di “Our Best”; la declinazione da parte di Broderick di tale estetica è resa in maniera del tutto coerente con il suo caratteristico piglio espressivo, trovando esito in prevalenza in una frizzante coralità primaverile (“The Reconnection”) e in ritmiche in prevalenza vellutate (“Get On With Your Life”, anche se la giocosa “One Way” va in tutt’altro senso…).

A margine di tale rinnovato contesto espressivo, oltre alla consueta timida delicatezza delle interpretazioni di Broderick, permane ben evidente il suo gusto raffinato per gli arrangiamenti, che ricorre qua e là sotto forma di essenziali soluzioni cameristiche o dei fiati che coronano la sommessa “More And More”, nonché il suo interesse per atmosfere dilatate, ben evidente nel breve outro strumentale “Rotebode” e nell’incipit matrice ambientale di “If I Sinned”, poi sviluppato in una coralità eterea.

Dalle tante sfaccettature di “Colours Of The Night” non emerge forse un profilo ulteriore ai già tanti palesati nel corso degli anni da Broderick (compositore, songwriter, produttore e musicista interessato alla sperimentazione e all’elettronica), ma si coglie in maniera ben definita la versatilità di un artista completo e sempre curioso di ampliare gli orizzonti della sua scrittura cantautorale, delicatamente intimista ma aperta a rivestirsi di colori che illuminano la notte, senza però alterarne la naturale essenza raccolta e popolata di ombre affascinanti.


http://www.peterbroderick.net/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 29 aprile 2015 da in recensioni 2015 con tag , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: