music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

drawing_virtual_gardens_six_weeks_were_too_long_to_waitDRAWING VIRTUAL GARDENS – Six Weeks Were Too Long To Wait
(Time Released Sound, 2015)

Una lunga attesa suscettibile di due interpretazioni, quella della nascita della sua prima figlia e quella del primo lavoro vero e proprio sulla lunga distanza sotto l’alias Drawing Virtual Gardens, ha presieduto alla realizzazione di “Six Weeks Were Too Long To Wait”. Ne è protagonista il chitarrista e musicista elettronico statunitense David Gutman, da tempo residente in Belgio – dove partecipa anche all’altro interessantissimo progetto Tropic Of Coldness – che già da qualche anno dispensa texture di elettro-acustica ambientale offrendole liberamente tramite la sua pagina Bandcamp.

Analogamente a quanto avveniva nel suo lavoro solista più recente (“Notes Before Travelling”, 2012), anche i tre quarti d’ora di “Six Weeks Were Too Long To Wait” sono pervasi da un senso di latenza, che Gutman prova a catturare nella duplice accezione di ansia e aspettativa emozionale, del resto connaturata a un’ambience sospesa come quella prodotta dall’interazione di effetti e modulazioni di timbri chitarristici. La prima sensazione traspare dai brani incentrati su saturazioni nebulose e vagamente distorte (“Is The Luggage Ready?”, “5th Of August”) o anche da brevi apici di frequenze acute (“You Scream, I Laugh, You Smile, I Cry”), mentre la seconda si snoda attraverso ipnotici soffi ambientali (“No Supporter Will Stop Us From Running”, “Breath Synopsis”) e avvolgenti spire di prolungati riverberi e risonanze pianistiche (“The Floating Hands That Waves And Sleeps”, “Build Up Fat In The Deep Cell”).

È proprio in quest’ultimo caso che Gutman riesce a tracciare paesaggi sonori cinematici e densi di contenuto emotivo, quello appunto di un attesa intesa non quale mera contemplazione del trascorrere del tempo, bensì palpitante momento delle possibilità, da tradurre anche in sette tracce di narcolettico tepore ambientale come quelle racchiuse in “Six Weeks Were Too Long To Wait”.

https://drawingvirtualgardens.bandcamp.com/

Advertisements

Un commento su “

  1. Pingback: Reviews in review_ Quiet music can be loud

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: