music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

dag_rosenqvist_vowelsDAG ROSENQVIST – Vowels
(Awkward Formats, 2015)

Al quarto lavoro sotto il proprio nome, Dag Rosenqvist prosegue l’avventuroso itinerario sonoro attraverso le tenebre intrapreso con “Fall Into Fire”, che era tornato a rivedere la grazia della luce nelle miniature pianistiche di “The Forest Diaries”. Come in quell’ultima occasione, anche nel nuovo “Vowels” si tratta di composizioni destinate alla danza contemporanea, questa volta all’eponima performance della compagnia Iraqi Bodies.

A differenza della brevi pièce dell’opera precedente, “Vowels” consta di quattro brani di lunga durata, corrispondenti alle quattro parti costitutive della performance. La differenza più sensibile rispetto a “The Forest Diaries” è tuttavia sostanziale, poiché l’artista svedese torna adesso a dischiudere l’abisso claustrofobico oggetto della sua esplorazione dopo l’abbandono dell’alias Jasper Tx, peraltro seguendo una linea di piena coerenza con l’impronta concettuale dello spettacolo di danza al quale i suoi suoni sono stati destinati.

Nessuna traccia di romanticismo, ma una combinazione di rumore, silenzio ed elettricità statica popola le quattro parti del lavoro, la prima delle quali è occupata per oltre un terzo del quarto d’ora della sua durata da frequenze silenti, che lambiscono il livello della percezione, prima di essere pervasa da un rumore sintetico prima puntuale e poi sempre più persistente. Ancor più maestosi e abrasivi sono gli spasmi distorti della terza parte, mentre i due brani pari del lavoro rispolverano un linguaggio più strettamente ambientale, costituito da modulazioni droniche in saturo addensamento nella seconda parte e vaporosamente elegiache nella quarta e conclusiva.

Non è più l’equilibrio dinamico della danza al centro della rappresentazione offertane da Dag Rosenqvist, ma un’espressività inquieta che più che al movimento punta all’efficacia di impatto di un messaggio aspro e angoscioso, che trova perfetto corrispettivo sculture sonore instauratrici di un diverso equilibrio, quello tra il caos del rumore e la ragione del silenzio.

http://dagrosenqvist.wordpress.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 30 settembre 2015 da in recensioni 2015 con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: