music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

william_tyler_modern_countryWILLIAM TYLER – Modern Country
(Merge, 2016)

Non di sola iconografia vive il fingerpicking che pennella immagini di un’America profonda: la sa bene William Tyler, che del resto già nel precedente “Impossible Truth” (2013) aveva fornito una lezione ben al di là del solo virtuosismo contemplativo.

Registrato negli studi di Justin Vernon con il supporto di Phil Cook e Glenn Kotche (Wilco), il suo quarto lavoro punta su intricate filigrane armoniche piuttosto che sul solo descrittivismo di note asceticamente stillate.

Le sette lunghe tracce di “Modern Country” mantengono un impianto interamente strumentale, declinato in dinamiche scorrevoli, persino accessibili e comunque in grado di offrire, come da titolo, moderni scorci della tradizione americana.

(pubblicato su Rockerilla n. 430, giugno 2016)


http://www.williamtyler.net/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 10 giugno 2016 da in recensioni 2016 con tag , , , , , , , , .
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: