BRAVE TIMBERS – Secret Hopes (Sound In Silence, 2016) “Hope”, il lavoro che con i suoi ambienti sonori emozionali fatti di riflessi impalpabili e agrodolci penombre ha trasformato l’originario progetto solista di Sarah Kemp in minimale duo da camera condiviso il pianoforte e la chitarra acustica di Andrew Scrogham, può ormai ben definirsi come uno tra…

THE CARETAKER – Everywhere At The End Of Time (History Always Favours The Winners, 2016) Quando ci si trova in presenza di operazioni “hauntologiche”, può sorgere l’interrogativo se il loro oggetto sia il contenuto sonoro o il metatesto concettuale che vi presiede. Nel caso di quelle di Leyland Kirby, i due piani coincidono in maniera…

IN BETWEEN – In Between (PMS Studio, 2016) Nel panorama ormai sconfinato e – va detto – spesso ripetitivo dell’ambience basata su timbriche chitarristici e field recordings, In Between, progetto del ravennate Luca Maria Baldini, si colloca appunto in posizione liminare, a metà strada tra paesaggismo sonoro e dinamiche compositive dagli spiccati contenuti emozionali. Così…

[streaming] Grouper – I’m Clean Now

I’m “Clean Now” is the b-side of “Paradise Valley” 7″, out December 21st on Grouper’s own Yellow Electric. Grouper is the solo project of musician and artist Liz Harris. After releasing material independently beginning in 2005, Harris released the critically acclaimed “Dragging a Dead Deer Up a Hill” (2008), followed by four more records, including…

NO MASK EFFECT – Nothing Out There (Psychonavigation, 2016) Ci ha preso gusto Keith Downey: dopo aver atteso vent’anni per provare a creare musica ambient simile a quella che ha sempre apprezzato da appassionato e realizzato attraverso la sua etichetta Psychonavigation, l’artista irlandese giunge con “Nothing Out There” al suo terzo album del 2016 sotto l’alias…

BENDITH – Bendith (Recordiau Agati, 2016‎) L’iconografia bucolica che ne contraddistingue l’artwork funge già da adeguato biglietto da visita per l’esperienza di Bendith, risultante dall’unione tra due band gallesi, ovvero Colorama (Carwyn Ellis) e Plu (Elan, Marged e Gwilym Rhys). L’omonimo album di debutto della nuova formazione così costituita mantengono pienamente fede alla sua modalità…

TAPE LOOP ORCHESTRA – The Invisibles (Other Ideas, 2016) A pochi mesi di distanza dalla sinfonia di granulose modulazioni ambientale e ricami acustici “Go Straight To The Light Of All That You Love”, ecco altri due lunghi movimenti firmati dall’”orchestra” di Andrew Hargreaves (The Boats). Accanto a lui, nelle due parti di venti minuti che…

SNAILS – Safe In Silence (Undergrowth, 2016) A valle di alcuni singoli realizzati negli ultimi anni, che li avevano già imposti all’attenzione degli appassionati, è finalmente arrivato il momento del debutto sulla lunga distanza degli Snails, quintetto di Bristol dedito a un pop tanto sbarazzino quanto ricercato nelle soluzioni sonore. Fresco e sottilmente malinconico come una…

PHILIPPE LAMY & MONOLOGUE – Blue Deux (Phinery, 2016) Fin dalla sua natura di incontro artistico a distanza, il binomio formato da Philippe Lamy e da Rosa Maria Sarri, alias MonoLogue, presenta il carattere della dualità, applicato al linguaggio e allo spazio sonoro, secondo ricorrente pratica di antonimia. “Blue Deux” consta di sei brani che…

JAM MONEY – Gathering Kind (Alien Transistor, 2016) Kevin Cormack (Half Cousin, Harry Deerness) e Mathew Fowler (Bons) tornano per la seconda volta insieme in studio sotto le insegne del loro progetto condiviso Jam Money e, come già nel debutto autoprodotto “Blowing Stones” (2014), il risultato è una galleria di frammenti sonori sfuggenti a ogni classificazione….

[video of the week] Lowly – Word

First single out of the debut album from Lowly, that will be released on Bella Union 10th February 2017. The band describe their music as, “noise-pop, and everything in between.” In this case, ‘noise’ refers to the textures and treatments that the quintet mould from synths, laptop and guitar, which give Lowly’s spacious songs unpredictable, shape-shifting…

TISSØ LAKE – Paths To The Foss (Itlan, 2016)* Non capita spesso, quando si parla di canzoni dai riferimenti bucolici, che l’ambiente naturale faccia parte del concreto vissuto dei loro artefici; invece, non di un’Arcadia vagheggiata, bensì del quotidiano lavoro in una fattoria norvegese tratta il nuovo disco di Tissø Lake, progetto da poco riesumato…

LENA NATALIA – Second Youth (Self Released, 2016) Pianista e compositrice di Chicago, Lena Natalia ha intrapreso la produzione discografica soltanto da poco più di un anno, nel corso del quale ha realizzato ben tre album sulla lunga distanza. “Second Youth” è il più recente dei tre, nonché quello dal quale traspare al meglio l’ampio respiro…

DINO SPILUTTINI – Christmas Drone For The Sad And Lonesome (Tavern Eightieth, 2016) Con le sue atmosfere zuccherine e gioiose, il Natale non è esattamente un tema adatto per la sperimentazione ambient-drone. Eppure, Dino Spiluttini (Liger, Islands Of Light) torna a cimentarvisi per la seconda volta, a modo tutto suo. “Christmas Drone For The Sad And…

DIRECTORSOUND – Sun Suites For A Rising Moon (ШАΛАШ, 2016) Non è mai scontato il processo creativo che porta a un lavoro di Nicholas Palmer, alias Directorsound: come già in “I Hunt Alone” (2013), anche nel caso di “Sun Suites For A Rising Moon” la premessa per un’opera dell’artista inglese è un viaggio, che questa…

[streaming] High Plains – Cinderland

High Plains is the duo of Scott Morgan and Mark Bridges. Morgan, based in the Canadian Pacific Northwest, is predominantly known for his drifting, textured soundscapes released under the pseudonym loscil. Bridges is an accomplished, classically-trained cellist residing in Madison, Wisconsin. The two met in Banff, Alberta while they were simultaneously there on residencies at…

RHUCLE – Fantastic Garden (Constellation Tatsu, 2016) Creatore di suoni, disegni e fotografie: così si presenta Rhucle, alias che cela sotto una sottile patina di mistero uno degli artisti più interessanti tra le nuove leve dell’elettro-acustica del Sol Levante. “Fantastic Garden”, suo più recente lavoro pubblicato su cassetta in edizione limitata, ne rispecchia appieno la sinestesi…

MAGO – Mago E.P. (Other Coast, 2016) Un’origine inconsueta e una modalità di presentazione senz’altro distante dai cliché identificano una proposta cantautorale a sua volta tanto personale da apparire persino eccentrica: è quella di Mateo Lugo, alias Mago, artista venezuelano che da qualche anno vive in California. I sedici minuti del suo Ep di debutto…