music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

dmitry_evgrafov_the_quiet_observationDMITRY EVGRAFOV – The Quiet Observation
(Fat Cat / 130701, 2016)

Da una pièce realizzata per il connazionale regista Vladimir Back trae spunto il nuovo lavoro di Dmitry Evgrafov: sette brevi composizioni per pianoforte, inizialmente allegate alle immagini, ma del tutto autosufficienti nella dimensione che le raccoglie in “The Quiet Observation”.

Tutto nasce a partire da “Ptichka” e dalla sua progressione densa di austero pathos che sfiora i quattro minuti; stessa durata di “Lovebirds”, invece romantica, lieve e aggraziata come una brezza primaverile. Sono, non a caso, i due brani relativamente più lunghi dell’Ep, insieme alla conclusiva “Lev” quelli nei quali le potenzialità suggestive dell’artista russo si dispiegano in maniera più ariosa e compiuta, anche in assenza dell’ulteriore elemento elettronico, invece presente nell’album dello scorso anno “Collage”.

“The Quiet Observation” è invece qualcosa di decisamente minimale, spesso una raccolta di frammenti o poco più, che di Evgrafov offrono il profilo più strettamente classico, ma anche quello nel quale le note del pianoforte si coniugano con ricerca timbrica e particellari sospensioni atmosferiche.

https://www.facebook.com/dmitryevgrafov

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 18 dicembre 2016 da in recensioni 2016 con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: