music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

madeleine_cocolas_lunarMADELEINE COCOLAS – Lunar
(Self Center, 2017)

A un anno dal debutto “Cascadia”, che l’aveva segnalata quale uno dei profili più interessanti nel campo del neoclassicismo ambientale, nelle cinque tracce del breve “Lunar” Madeleine Cocolas conferma la sua abilità nel gettare ponti tra la propria formazione classica e l’impiego di una strumentazione digitale.

Nuovamente supportata dal mastering di Rafael Anton Irisarri, negli appena venticinque minuti del lavoro l’artista australiana spazia tra evanescenze dalla sognante natura orchestrale (“Ananke”, “Flux”) e increspature sintetiche (“Aphelion”) le cui sature aperture sfiorano un crescendo rumoroso (“Epimethus”).

In tutti i casi, la Cocolas mantiene e anzi amplifica i caratteri cinematici della propria musica, che culminano in un finale (“Umbra”) di suggestiva ambience orchestrale, sintesi perfetta tra mondi espressivi resi complementari da un tocco compositivo lieve ma dotato di grande spessore immaginifico e coinvolgente.

http://www.madeleinecocolas.com/

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 22 febbraio 2017 da in recensioni 2017 con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: