music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

alex_kozobolis_weightlessALEX KOZOBOLIS – Weightless
(Futuresequence / 1631 Recordings, 2017)

Quattro tracce, ciascuna presentata nella propria versione originale e in un rimaneggiamento altrui, evidenziano le potenzialità espressive di Alex Kozobolis, artista inglese la cui espressione incentrata al pianoforte si discosta tuttavia in maniera significativa dagli stereotipi del minimalismo neoclassico.

Ciò si dimostra in maniera evidente nel breve Ep “Weightless”, costituito da quattro frammenti di solo pianoforte nei quali Kozobolis non si limita a stillare note, bensì costruisce cortometraggi armonici dalle strutture incrementali, frutto di una fluida sovrapposizione tra impulsi e risonanze, che pone l’accento sugli aspetti dinamici delle sue composizioni (in particolare “Closure” e “And Find Yourself”).

I quattro remix amplificano la durata dei brani, agendo sulle atmosfere nelle quali si muovono le note pianistiche, facendole accedere a una di ambience cameristica particolarmente evidente nella rilettura di Siavash Amini e invece interpolata con un’elettronica più screziata e pulsante in quelle di Tom Adams e Hedia. Si tratta appunto di una sorta di traslitterazione delle potenzialità dinamiche dei brani di Kozobolis, che ne rispecchiano in pieno l’approccio autenticamente contemporaneo al neoclassicismo pianistico.

http://www.alexkozobolis.com/

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: