music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

DINO SPILUTTINI – To Be A Beast
(Cut Surface, 2017)

Dal lungo formato della malinconica suite “Christmas Drone For The Sad And Lonesome” (2016) alle brevi istantanee di “To Be A Beast”, Dino Spiluttini spazia con nonchalance attraverso strutture compositive e componenti organiche delle sue manipolazioni sonore.

Il più contenuto orizzonte temporale delle dodici tracce che formano il nuovo lavoro dell’artista austriaco consentono di apprezzarne la certosina variazione di livelli, durata ed intensità applicata a una densa materia di riverberi e controllate distorsioni. Ne risulta un vasto catalogo di circolari modulazioni ambientali e occasionali apici di un rumore plasmato fino a innalzarsi in maestose elevazioni che traslitterano secondo un linguaggio sperimentale un’orchestralità affiorante con decisione in particolare nella seconda parte del lavoro.

In “To Be A Beast” rumore e atmosfera assumono così le sembianze delle due facce di una stessa medaglia espressiva, sublimate in un’autentica catarsi ambient-drone.

http://www.dinospiluttini.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 16 aprile 2017 da in recensioni 2017 con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: