M. GRIG – Still Lifes E.P. (Other Songs Music co., 2017) Sei nuove brevi cartoline di paesaggismo ambientale provengono da Mike Grigoni, a pochi mesi di distanza dal suo suggestivo debutto sotto l’alias Light Of Woods. Alla diversa denominazione M. Grig corrisponde un più lungo percorso creativo, attraverso il quale l’artista è pervenuto al poco…

SYLVAIN CHAUVEAU – Post-Everything (Brocoli, 2017) In ormai quasi vent’anni di attività, Sylvain Chauveau è sempre stato “post-tutto”, perfetto archetipo del compositore contemporaneo che non disdegna incursioni in forme espressive tra loro molto diverse, senza tuttavia mai disdegnare di bilanciare la ricerca sonora con strutture, più o meno, di canzone. Può dunque suonare in buona…

ORPHIC SIGNALS – Sounds Of The Neutron  (…txt, 2017) Non si tratta soltanto di un mutamento di denominazione, bensì di un vero e proprio cambio di paradigma per la collaborazione tra Wil Bolton e Lee Anthony Norris, che dopo due lavori di elettro-acustica ambientale come The Ashes Of Piemonte ricombinano le tessere della loro ricerca…

[streaming] Anna Tivel – Illinois

“Illinois” is the opening track of “Small Believer”, the fourth album by Portland based songwriter Anna Tivel, out September 29th. Anna Tivel’s wide-eyed celestial folk songs belong in a similar ballpark with Anais Mitchell, Gregory Alan Isakov and Laura Veirs, where gentle picking plucks among occasionally unconventional sounds and a gorgeous voice tells stories of life in a world of natural wonders….

STAR TROPICS – Lost World (Shelflife / Fastcut, 2017) Chicago 2017 come se fosse una media città industriale inglese di trent’anni prima: non è la grigia Gran Bretagna dell’era thatcheriana ma sono gli Stati Uniti dell’egoismo politico-economico lo scenario sul quale si affacciano i colori e il languido brio espressivo di una band indie-pop tutta…

AROVANE & HIOR CHRONIK – Into My Own (A Strangely Isolated Place, 2017) La coppia in apparenza strana formata da Uwe Zahn (Arovane) e Hior Chronik non ha esaurito nel solo “In-Between” (2015) le possibilità di commistione tra gli scenari elettronici dell’artista tedesco e le partiture pianistiche di quello greco trapiantato a Berlino. I due…

[video of the week] Memory Drawings – The Nearest Exit

Taken from the album “The Nearest Exit” due on Zozaya/Signal September 22nd 2017. “The Nearest Exit” is the third album from Anglo/American collective Memory Drawings. Led by the hammered dulcimer of Minneapolis-raised, Casablanca-based Joel Hanson, the band also features Richard Adams (Hood/The Declining Winter), Sarah Kemp (Brave Timbers), Chris Cole (Movietone/Manyfingers) and Gareth S Brown…

COLORAMA – Some Things Just Take Time (Wonderfulsounds, 2017)* Come per l’affinamento di un buon vino – anzi, visti tempi e provenienza, per la maturazione di un whisky – il tempo è fattore decisivo nella scrittura di canzoni pop, pratica artigianale che richiede pazienza e dedizione, prima nell’attesa dello scoccare della giusta scintilla, poi nella…

POLAROID NOTES – Days Of Our Lives E.P. (Audio Gourmet, 2017) In attesa di un più organico seguito dl debutto “Sea Shores” (2015), torna a manifestarsi la sigla Polaroid Notes, che riassume il lato cinematico e neoclassico di Kraut Sounds. Lo fa con un Ep in download gratuito di appena un quarto d’ora, articolato in…

PALANTRIS – Sails (Personal Escape / Cathedral Transmissions, 2017) Ancora un lavoro ambientale a tema marino, il più recente dell’inglese Will Tomlin sotto l’alias Palantris; quella racchiusa nelle sei tracce di “Sails” non è tuttavia una rappresentazione paesaggistica statica, bensì una visione dello spunto creativo in qualche misura dall’interno, dunque coinvolta e per questo non…

VV.AA. – Gomel, 1986 (Naviar, 2017) Gomel è la seconda città della Bielorussia, contando oggi oltre mezzo milione di abitanti; il 1986 è l’anno del disastro nucleare di Chernobyl, distante circa un centinaio di chilometri. I due termini del titolo della raccolta “Gomel, 1986” raccontano già molto del suo contenuto e, soprattutto, della traccia concettuale…

[streaming] Kathleen Mary Lee – The Dreamer

New song from Kathleen Mary Lee, in anticipation of her second upcoming EP. Kathleen Mary Lee is an alternative folk artist from Melbourne, Australia. Her 2016 debut EP “Nice Kind of Pain” received attention and airplay on some of Australia’s top radio stations. Lee is also the songwriter and front woman for Melbourne indie band,…

RAFAEL ANTON IRISARRI – The Shameless Years (Umor Rex, 2017) È opinione diffusa che la musica, in quanto “più immateriale delle arti” richieda tempi più dilatati rispetto ad altre forme espressive per seguire tendenze artistiche e temperie culturali; allo stesso modo, si può pensare che la musica strumentale possa elaborare un messaggio soltanto attraverso sottotesti…

SECRET SHINE – There Is Only Now (Saint Marie, 2017) Si riveste di una luce diversa il nuovo album dei Secret Shine, adesso che il suono e l’estetica shoegaze sono ormai universalmente tornati in auge, anche grazie alle reunion di quasi tutte le grandi band che avevano caratterizzato la prima metà degli anni Novanta inglesi….

ALLYSEN CALLERY – Prince’s Pine E.P. (Reverb Worship, 2017) Dai margini delle foreste prossime alla costa orientale statunitense provengono, quasi all’improvviso, le cinque brevi canzoni di Allysen Callery, che seguono di poco più di un anno il suo ultimo album “The Song The Songbird Sings“. Di quel contesto incontaminato recano le immagini, effigiate dal titolo…

CELER – Another Blue Day (Glistening Examples, 2017) La costellazione di uscite di Will Thomas Long si arricchisce di due lunghe tracce dai profondi riflessi azzurri. Fedele all’istintiva traduzione in suono di esperienze e sensazioni estemporanee, Long riversa nei quaranta minuti di “Another Blue Day” limpide memorie bucoliche, materializzando sentori erbacei e lievi carezze di…

[streaming] Caroline No – Birds Fly Up

Taken from “No Language”, out October 6th via Students Of Decay. Recorded in early 2015 and originally released as a micro edition cassette on World News Records, “No Language” is the debut collection of songs by Melbourne’s Caroline No. The group’s unique, beguiling sound sits somewhere between archetypal Dunedin pop and languorous, textural improvisation. “No…

SEA TRIALS – Sea Trials (Whitelabrecs, 2017) Da distanti fruscii analogici e frequenze radiofoniche disturbate trae le mosse il primo lavoro sotto l’alias Sea Trials di Ian McCarthy, musicista irlandese finora attivo, con denominazioni diverse, in ambito techno. Da un approccio non dissimile, almeno quanto a impulsi e segmentazioni, ma da contenuti sonori radicalmente diversi…

GRAWLIXES – Set Free (Home Alone Music, 2017) Sono davvero troppe le connessioni per evitare di citare i French For Rabbits introducendo il debutto di Robin Cederman e Penelope Esplin nel loro autonomo progetto folk-pop Grawlixes: innanzitutto la provenienza neozelandese, la dimensione di duo, la medesima etichetta che ne propone l’esordio “Set Free” e, non…