music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

ADAM SCOTT GLASSPOOL – Until Its Death E.P.
(Self Released, 2017)

E sono cinque. Ancora una volta è il breve formato dell’Ep il veicolo per le creazioni di Adam Scott Glasspool, artista inglese ormai aduso alla prassi di condividere immediatamente le proprie canzoni non appena ne raccoglie una manciata di quattro o cinque.

Se il formato non sorprende più, è invece il contenuto di ogni raccolta di cartoline sonore di Glasspool a presentare elementi di imprevedibilità, visto che nel volgere di due anni ha presentato una progressiva rarefazione di un cantautorato in principio improntato tutto a un delicato intimismo acustico. E proprio alle origini di “On Dreams” (2015) appaiono ricollegarsi i quattro nuovi brani di “Until Its Death”, che tornano a essere pennellati dalla scarna combinazione di lenti accordi acustici e della voce di Glasspool, il cui soffice timbro non manca tuttavia di ammantarsi di accenni di tenebrosa profondità, come in particolare in “Not One For Talking”.

La compassata poetica dell’artista inglese torna dunque a rifugiarsi in evocazioni casalinghe solitarie e vibranti, anche se in prevalenza soffuse in una penombra contemplativa ma mai come in quest’occasione densa di pathos.

https://www.facebook.com/adamscottglasspool

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: