music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

CHLOË MARCH – Blood-Red Spark
(Hidden Shoal / Powderkeg, 2017)

Al quarto album, Chloë March non smette di dispensare il fascino delle sue suadenti armonie vocali, che nei dodici brani di “Blood-Red Spark” si fanno ancor più eteree ed evanescenti che mai.

Accantonate le vellutate ambientazioni jazzy di “Nights Bright Days” (2014), il flusso sonoro che sostiene le interpretazioni dell’artista inglese non è più costituito da arrangiamenti veri e propri, bensì da costanti stratificazioni di synth la cui leggerezza rimanda alla magia dei Cocteau Twins più delicati.

Semplicità e intimismo sembrano essere la parole chiave del lavoro, che tuttavia non contraddicono la ricercata raffinatezza dell’attuale dimensione espressiva di Chloë March, ormai consolidata musa di dilatati incantesimi dream-pop.

http://www.chloemarch.co.uk/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 dicembre 2017 da in recensioni 2017 con tag , , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: