music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

ED COOKE – Little Fire
(Whitelabrecs, 2018)

Un endemico senso di nostalgia promana dalle sette tracce di “Little Fire”, costruite da Ed Cooke attraverso una combinazione di arpeggi acustici ed elettrici, incorniciati da ritmiche e texture atmosferiche che ne alimentano il distante calore. Non si tratta di suggestioni astratte, bensì di elementi connaturati all’ispirazione dell’artista inglese, da tempo residente nel sud-est asiatico.

Dalla distanza fisica e dal calore atmosferico dei luoghi, Cooke ricava gli elementi costitutivi del proprio lessico sonoro, interpolato da minute componenti tratte dalle tradizioni musicali locali e proiettato verso una dimensione di riflessiva quiete spirituale, la cui natura strumentale non espunge tuttavia l’affacciarsi discreto della voce (“Worth”). Alle intricate dinamiche descritte dalle corde, corrispondono infatti fiati e percussioni le cui frequenze, emesse da locali strumenti di bambù, si innestano su linguaggi folk occidentali, dando luogo a un’ibridazione meditativa che, senza ricadere nel mero esotismo, trova significativi punti di contatto tra tradizioni popolari di oriente e occidente.

https://edcooke.bandcamp.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 21 ottobre 2018 da in recensioni 2018 con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: