THE PHONOMETRICIAN El Mar Convertido en Oceano (Lost Tribe Sound, 2021) A poco più di due anni dall’incantevole “Mnemosyne”, torna a manifestarsi il progetto artistico di Carlos Morales, facendolo nella forma di un Ep di poco più di un quarto d’ora, ripartito in cinque cartoline acustiche a sfondo naturalistico. Come lo stesso titolo della raccolta…

ENRICO CONIGLIO & STEFANO GUZZETTI Lost & Found (2020 Editions, 2021) La collaborazione, forzatamente a distanza, tra Enrico Coniglio e Stefano Guzzetti unisce due sensibilità diverse e complementari nella sperimentazione di un minimalismo acustico che diventa fragile soundscaping emozionale. Paesaggi interiori e naturali si fondono negli otto brani di “Lost & Found”, originati dalle improvvisazioni…

DENIZ CUYLAN No Such Thing As Free Will (Hush Hush, 2021)* Non capita spesso di trovarsi in presenza di un lavoro principalmente incentrato sulla chitarra classica e tuttavia capace di abbracciare una sorprendente varietà di mondi espressivi e di culture musicali. Il musicista turco Deniz Cuylan, ma di stanza a Los Angeles per la sua…

YADAYN – Elders (Lost Tribe Sound, 2020) Non sorprende che i percorsi personali e artisti di Gowaart Van Den Bossche lo abbiano condotto sulle strade dell’Oriente, dove le danze delle dita sulle corde acustiche si riveste di accenti ancor più caldi e densi di misteriosi significati rituali. Anche se a Oriente guardava già, fin dal…

MARY LATTIMORE – Silver Ladders (Ghostly International, 2020) L’arcana magia intessuta da Mary Lattimore sulle corde della sua arpa si arricchisce a ogni disco di nuove sfumature, che conducono la musicista di Philadelphia, già protagonista di innumerevoli collaborazioni (da Meg Baird a Julianna Barwick, passando per Jónsi) su strade di sorprendente ibridazione tra linguaggi musicali….

DAKOTA SUITE & QUENTIN SIRJACQ – The Indestructibility Of The Already Felled (Schole, 2020)*  In piena coerenza con l’understatement che da sempre ne ha caratterizzato le modalità espressive e la relazione con il suo pubblico, nel novembre scorso Chris Hooson ha annunciato con una scarna mail che quest’anno avrebbe segnato la conclusione dell’esperienza di Dakota…

PLÏNKÏ PLØNKÏ – Pangur Din (Piano And Coffee, 2019) La reale esistenza di un vero e proprio ensemble dietro la giocosa denominazione Plïnkï Plønkï rappresenta un dato tutto sommato relativo a fronte delle incantevoli miniature acustiche con le quali torna a manifestarsi, poco più di un anno dopo il delizioso debutto “Happy Birthday”. Esplicitamente legati…

PAN•AMERICAN – A Son (Kranky, 2019)* Benché negli ultimi anni Mark Nelson non abbia mancato di farsi sentire sotto altre forme (la cassetta a tiratura limitata “Sketch For Winter II: Rue Corridor” e il progetto Anjou) “A Son” è soltanto il suo secondo album vero e proprio a nome Pan•American nel volgere di un decennio…

SEABUCKTHORN – Crossing (Eilean, 2019) La dimensione spaziale e, in qualche misura, atmosferica è stata da sempre connaturata e latente nei lavori di Andy Cartwright caratterizzati principalmente dal suo picking acustico; tuttavia non ne era mai stata protagonista in maniera preponderante come invece avviene in “Crossing”, ottavo album sotto l’alias Seabuckthorn del musicista inglese residente…

GOODBYE IVAN – Rêverie (Les Disques Du 7ème Ciel, 2019) Il peregrinare fisico ed espressivo di Arnaud Ivan Sponar ha da ultimo condotto il compositore francese a stabilirsi a Bruxelles, dove è tornato a sviluppare le intersezioni tra neoclassicismo e moderne costruzioni elettroniche già caratterizzanti il suo percorso creativo sotto l’alias Goodbye Ivan, giunto con…

AUKAI – Reminiscence (Aukai Music, 2019)* Nel volgere di un paio d’anni e di altrettanti album, Markus Sieber è stato capace di definire con caratteri propri la sua creatura musicale Aukai, scaturita dall’idea del viaggio e della contemplazione meditativa dei paesaggi. In continuo movimento e trasformazione è anche la sua connotazione espressiva, che sull’ambience acustica…

VV.AA. – Salaam for Yemen (Hibernate / Dronarivm, 2018)* In maniera similare a quanto realizzato tre anni fa con “Dayalu / for Nepal”, l’etichetta inglese Hibernate – stavolta in collaborazione con la russa Dronarivm – utilizza nuovamente lo strumento di una compilation musicale per sensibilizzare e al tempo stesso raccogliere fondi per una buona causa…

LUNG CYCLES – Lung Cycles (Lily Tapes & Discs, 2018) Dopo le due pubblicazioni condivise, prima con Neremy Ferris (Cla-ras) e poi con Jason Calhoun (Naps), la prolifica annata produttiva di Ben Lovell si conclude con un organico lavoro solista. Non solo, il non a caso omonimo “Lung Cycles”, è inoltre un lavoro tanto di…

[video of the week] Aukai – La Joya

“La Joya” is the new single by Aukai, released in anticipation of his upcoming “Reminiscence” E.P. – a collection of 10 short cinematic pieces written parallel to his latest album “Branches Of Sun“. “Reminiscence” will drop January 18th 2019. Aukai was born of composer/instrumentalist Markus Sieber’s desire to create music that could work in tandem…

CYRIL SECQ + SYLVAIN CHAUVEAU – Minimal Guitar (Eilean, 2018) Un frammento di canzone di nemmeno un minuto e sei brevi strumentali formano il manifesto di minimalismo realizzato su corde acustiche da Cyril Secq e Sylvain Chauveau. Il titolo “Minimal Guitar” descrive in maniera fedele ed esaustiva il risultato del compassato dialogo tra due artisti…

ENNO VOSS – Currents (Unperceived, 2018) Il breve biglietto da visita solista di Enno Voss, musicista tedesco con alle spalle composizioni per cinema e teatro e nonché collaborazioni in campo neoclassico, muove dalla sua ricerca per una formula espressiva semplice e pacata, dichiaratamente antitetica rispetto al rumore e alla frenesia della vita contemporanea. Il veicolo…

GAMARDAH FUNGUS – Crossing The Wasteland (Flaming Pines, 2018) Da un paio di album a questa parte (“Herbs And Potions” e “Fairytales”), il duo formato da Igor Yalivec e Sergey Yagoda ha coniugato le proprie esplorazioni sonore con autentici itinerari fisici, che ha permesso loro di ricavare non soltanto un catalogo di frequenze concrete ma…

ED COOKE – Little Fire (Whitelabrecs, 2018) Un endemico senso di nostalgia promana dalle sette tracce di “Little Fire”, costruite da Ed Cooke attraverso una combinazione di arpeggi acustici ed elettrici, incorniciati da ritmiche e texture atmosferiche che ne alimentano il distante calore. Non si tratta di suggestioni astratte, bensì di elementi connaturati all’ispirazione dell’artista…

COVARINO/INCORVAIA – Chiodi (Preserved Sound, 2018) La terza tappa del percorso creativo intrapreso dal sodalizio di Francesco Covarino e Alessandro Incorvaia in corrispondenza di “Perugia” (2016), in seguito replicato in “Granada” (2017), vede espandersi ulteriormente la dimensione spaziale delle loro intersezioni tra percussioni e timbriche chitarristiche. Spazio e tempo rappresentano infatti coordinate fondamentali delle tre…