music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

JULIA REIDY – Beholder
(A Guide To Saints, 2018)

Un filo sottile che attraversa quattro Paesi e tre continenti scorre sotto le quattro articolate tracce di “Beholder”, non a caso dedicate al non convenzionale chitarrista australiano Phil Houghton, scomparso lo scorso anno.

Australiana è anche Julia Reidy, che ha realizzato il lavoro tra Grecia, Giappone e la sua residenza berlinese, unendo field recordings e frammenti sintetici a esecuzioni che per tempi e timbriche mirano ad espandere il linguaggio proprio del suo strumento. Risultato raggiunto sotto forma di un inquieto primitivismo elettrico, alternato a riverberi e vibranti pulsazioni, che del guitar solo coniugano paradigmi inesplorati.

(pubblicato su Rockerilla n. 458, ottobre 2018)

http://www.julia-reidy.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: