music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

KEVIN VERWIJMEREN – Dett
(Self Released, 2018)

La migliore smentita all’assunto per cui i linguaggi del neoclassicismo contemporaneo indulgano in misura eccessiva alla maniera è tutta in un lavoro come “Dett”. Rispondendo all’obiettivo di declinare maestà compositiva antica secondo mezzi e tecniche moderne, il giovane olandese Kevin Verwijmeren manipola senza sosta le emissioni sonore di un ensemble di archi, filtrandole e interpolandole con una varietà di impulsi organici ed elettronici.

L’afflato orchestrale di base si percepisce appieno, seppure spesso appena riconoscibile nella propria natura originaria, della quale anzi risultano amplificate le prominenti suggestioni cinematiche.

(pubblicato su Rockerilla n. 458, ottobre 2018)

http://www.kevin-verwijmeren.nl/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 27 ottobre 2018 da in recensioni 2018 con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: