music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

JASMINE GUFFOND – Degradation Loops
(Karlrecords, 2018)

All’inizio del 2015, il concreto soundscape di “Yellow Bell” apriva un nuovo capitolo del percorso espressivo di Jasmine Guffond, svoltosi fino a quel momento sotto l’alter-ego folk(tronico) Jasmina Maschina. L’artista australiana torna oggi sui loop e sulle frequenze sintetiche di quel lavoro, decostruendoli pesantemente attraverso applicativi informatici.

Ne è scaturita una traccia di mezz’ora, appunto “degradata” rispetto all’originale, in particolare nei suoi segmenti iniziali e finali, nei quali un ammasso di frammenti dissonanti prende il posto dei loop ancora in parte riconoscibili nel corpo centrale della traccia. Music for engineers.

(pubblicato su Rockerilla n. 459, novembre 2018)

http://www.jasmineguffond.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 26 dicembre 2018 da in recensioni 2018 con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: