music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

GLÅSBIRD – Novaya Zemlya 
(Whitelabrecs, 2020)

Il quarto capitolo, in poco più di un anno e mezzo, del progetto Glåsbird prosegue l’immaginifica esplorazione di lande del grande Nord che va di pari passo con l’elaborazione di un’ambience elettro-acustica dai sempre più pronunciati caratteri orchestrali.

>La destinazione della nuova tappa è l’arcipelago russo della “Novaya Zemlya”, situato nel Mar Glaciale Artico e quasi del tutto spopolato. Non solo inospitali, le due isole che lo costituiscono sono anche difficili da raggiungere, in particolare nei lunghi mesi di buio invernale, nel quale il mare circostante è in prevalenza ghiacciato: al loro fascino aspro e al loro naturale isolamento sono dedicati gli otto movimenti che formano il lavoro, che riportano il percorso di Glåsbird su binari di pronunciata rarefazione atmosferica, confermandone tuttavia l’inclinazione orchestrale, veicolata in particolare da espanse partiture d’archi.

Sono solo criptici segnali radio a emanare gli unici, distanti segnali umani presenti nel corso di poco più di trentacinque minuti, dominati da vibrazioni lentamente modulate che, pur sviluppate secondo minimali loop armonici, danno luogo via via a un suono orchestrale pieno e suadente. Quello di “Novaya Zemlya” diventa così il suono della contemplazione di una natura dalla forza inattingibile e, a suo modo, persino romantica, rappresentata attraverso suggestioni sempre più distanti dal mero lessico ambientale, ma anzi orientate a una dimensione compositiva al tempo stesso austera e profondamente emozionale.

https://www.glasbird.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 27 ottobre 2020 da in recensioni 2020 con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: