AIDAN BAKER & EKIN FIL – The Dark Well (A Red Thread, 2020) Le sperimentazioni chitarristiche di Aidan Baker e gli eterei riverberi vocali di Ekin Üzeltüzenci si incontrano nella prima collaborazione tra i due musicisti, che segna l’inizio delle pubblicazioni di una nuova etichetta animata da intenti insieme artistici e umanitari. Il lavoro, frutto…

EKIN FIL – Coda (The Helen Scarsdale Agency, 2020)* Il drone-folk sognante e isolazionista dispensato ormai da anni da parte di Ekin Üzeltüzenci sotto l’alias Ekin Fil non poteva non avere sviluppi cinematici. Reduce da esperienze nel campo delle colonne sonore, l’artista turca torna a realizzare un album vero e proprio, due anni dopo la…

rearview mirror: 2018

Anche quest’anno, per la settima volta, è giunto il momento di tornare a guardarsi indietro, ai mesi trascorsi e alla musica che li ha popolati. Mentre il rumore di fondo delle tradizionali classifiche di fine anno non si è ancora diradato, mentre tutti sono concentrati nel non perdere il passo con le novità dell’annata che…

EKIN FIL – Maps (The Helen Scarsdale Agency, 2018) Da sempre, la musica di Ekin Üzeltüzenci comunica un senso di introspezione e la ricerca di pace interiore, in apparente contraddizione con la quotidianità metropolitana della sua Istanbul, rispetto alla quale le sfuggenti narcolessie dei suoi dischi a nome Ekin Fil si sono spesso atteggiate a…

rearview mirror: 2017

Per la sesta volta dall’esistenza di Music Won’t Save You, è il momento della consuetudine riepilogativa di un’annata musicale, ancora una volta aliena da pratiche compilative e di fatto aperta a quanto, realizzato nel corso dell’anno nel mare magnum della produzione discografica, potrà essere scoperto in futuro. Con ancor maggiore evidenza rispetto al recente passato,…

EKIN FIL – Ghosts Inside (The Helen Scarsdale Agency, 2017) Mai come nel caso di “Ghosts Inside” la nazionalità turca di Ekin Üzeltüzenci si manifesta nei suoi dischi sotto l’alias Ekin Fil: un tempo di note tensioni pubbliche e difficili vicende familiari ha infatti caratterizzato il periodo di elaborazione del suo nuovo album, che segue…

rearview mirror: 2016

Buone o cattive che possano reputarsi, alle abitudini è ben difficile rinunciare; per questo, nelle ultime settimane (in qualche caso persino prima della fine dello scorso novembre!) chi segue con attenzione la musica indipendente avrà avuto modo di leggere decine e decine di classifiche volte a ricostruire, raccogliendone il meglio, l’annata appena trascorsa. Per lo…

EKIN FIL – Being Near (The Helen Scarsdale Agency, 2016)* Solitaria e del tutto eccentrica rispetto ai circuiti sperimentali internazionali (e ancor più rispetto al suo Paese di provenienza), Ekin Üzeltüzenci aveva abituato a pubblicazioni frequenti, culminate nella trilogia realizzata nel 2014, che spaziava dagli aspetti più eterei del suo drone-folk a una ricerca sonora…

EKIN FIL – Wind Is Near (Sacred Phrases, 2014) Sul finire del 2014, Ekin Üzeltüzenci ha pubblicato la terza uscita di un’annata feconda per le visioni drone-folk del suo alter-ego Ekin Fil. Nella mezz’ora su cassetta di “Wind Is Near” è condensata tutta l’essenza espressiva più eterea dell’artista turca, frutto di un ideale processo di rarefazione…

EKIN FIL – A Moon Heart (Bathetic, 2014) Quale emblema più etereo romantico e femminile della luna poteva scegliere la musa drone-folk Ekin Üzeltüzenci per la nuova uscita del suo personale progetto Ekin Fil? La mezz’ora di “A Moon Heart” rappresenta la contribuzione alla serie di cassette dell’etichetta Bathetic da parte dell’artista turca che, in…

EKIN FIL – Reds (Exotic Pylon, 2014) Le cinque tracce dell’Ep “Reds” vedono Ekin Üzeltüzenci proseguire il proprio personale percorso drone-folk sotto l’alias Ekin Fil. In poco meno di venti minuti l’artista turca condensa (letteralmente) la miscela di soffi ambientali, distorsioni ed esili vocalizzi della quale aveva dato saggio da ultimo nell’omonimo lavoro dello scorso…

EKIN FIL – Ekin Fil (Students Of Decay, 2013) L’infinito gioco di intersezioni tra silenzi, riverberi e melodie eteree trova un avamposto sul Bosforo nella musa ambient-folk Ekin Üzeltüzenci, alias Ekin Fil, che già si era segnalata al pubblico internazionale con la cassetta “Language”, pubblicata in edizione limitata nel 2011 dalla prestigiosa Root Strata. Con…