music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

SHARON VAN ETTEN – Tramp
(Jagjaguwar, 2012)

Al terzo disco ufficiale, la cantautrice del New Jersey si presenta quale una delle più considerate interpreti dell’indie-rock statunitense.

Merito della sua voce serica, dei testi privi di edulcorazione, di un’espressione placidamente tormentata, ma anche delle tante frequentazioni in vista nell’ambiente, a partire da quell’Aaron Dressner (The National) che cura la produzione di “Tramp”.

Le dodici tracce del lavoro mostrano la Van Etten impegnata a smussare gli spigoli delle sue esitanti ballate elettriche, meglio riuscite quando lambiscono il folk (“We Are Fine”, ospite Zach Condon) o si lasciano andare a un lirismo avvolgente e rallentato, in direzione di Tara Jane O’Neil (“Give Out”, “Kevin’s”).

(pubblicato su Rockerilla n. 380, aprile 2012)



http://sharonvanetten.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 Mag 2012 da in recensioni 2012 con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: