music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

angele_david_guillou_koroumaANGÈLE DAVID-GUILLOU – Kourouma 
(Village Green, 2013)

Chi avrebbe mai immaginato di ritrovare Angèle David-Guillou nell’essenziale veste di pianista minimale. Ormai da anni consolidata voce di Piano Magic e responsabile in prima persona di Klima, la raffinata interprete francese pubblica per la prima volta un album sotto il proprio nome di battesimo, deviando in maniera sensibile dai pur eterogenei territori nei quali ha finora abitualmente operato.

Allo spogliarsi di ogni diversa denominazione, per Angèle corrisponde una forma espressiva altrettanto scarna, sostanziata nella quasi completa rinuncia alla sua voce e nella riscoperta del pianoforte, strumento dal quale si era allontanata ai tempi dell’adolescenza. Nella nuova veste, Angèle elabora dodici pièce semplici ma estremamente dirette nel loro contenuto melodico e nel messaggio di una rinnovata solitudine espressiva, nella quale l’artista si è confrontata soltanto con la propria sensibilità, cimentandosi peraltro in una tecnica realizzativa incrementale, che ha condotto ai brani di “Kourouma” attraverso il progressivo affinamento in corso d’opera, esecuzione dopo esecuzione, di bozzetti sovente nati da improvvisazioni e spunti estemporanei.

Nel lavoro Angèle David-Guillou non è, tuttavia, animata da velleità neoclassiche, quanto piuttosto dà libero sfogo a una molteplicità di suggestioni musicali e letterarie; le disadorne danze delle note pianistiche descrivono infatti un itinerario culturale ed emozionale che nelle sue fragili armonie spazia da suggestioni tratte dalla letteratura africana (lo stesso titolo del disco omaggia il narratore ivoriano Ahmadou Kourouma) a spunti offerti dalla musica popolare russa, senza tralasciare schegge di raffinato romanticismo francese.

Fin dall’iniziale “Anti Atlas” è chiarissima la scelta espressiva di Angèle David-Guillou, che affida al solo pianoforte un universo di sensazioni di solitaria penombra, nel cui bozzolo rifugiarsi per istanti di una quiete introspettiva, serena ma niente affatto edulcorata. Nonostante filigrane armoniche a tratti persino gioiose (gli infantili vocalizzi di “Our Garden”), il mood del lavoro si mantiene austero eppure leggiadro al tempo stesso, trovando coerente e compiuto complemento laddove le note pianistiche sono rifinite in chiave cameristica da impressionistici inserti d’archi (in particolare “L’Enfer C’est Les Autres” e “Kuril”, che rivela appunto sentori russi) e soprattutto nelle uniche due canzoni vere e proprie del lavoro, la title track e “But Now I Am Joyful”, ballate limpide e pensose nelle quali Angèle si conferma interprete di grande intensità, tanto da non avere bisogno di nessuna ulteriore sovrastruttura produttiva per poter far rifulgere le sue raffinate doti.

Pathos emotivo ed eleganza minimale accolgono così negli intensi abbracci armonici di “Kourouma”, album per certi versi sorprendente, traboccante spontaneità espressiva e calore umano al quale affidare il languido fascino di una mutazione stagionale; la stessa che, per Angèle David-Guillou, rappresenta una transizione personale e artistica della quale, ben probabilmente, questo disco non resterà episodio isolato.

https://www.facebook.com/angeledavidguillou

Annunci

Un commento su “

  1. Pingback: rearview mirror: 2013 | music won't save you

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 2 settembre 2013 da in recensioni 2013 con tag , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: