music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

kepler_attic_saltKEPLER – Attic Salt (reissue)
(Oscarson, 2014)

Era il 2005, quando si chiudeva con il terzo disco l’esperienza dei Kepler, autentico culto canadese artefice di una peculiare miscela di slow-core, post-rock e spiccata propensione melodica, riassunta in una palpitante emotività.

Oltre che una sorta di testamento artistico, “Attic Salt” è senz’altro il disco nel quale la band ha abbracciato con maggior decisione la scrittura di vere e proprie canzoni, pur sempre percorse da cadenze narcolettiche e sporadici spasmi elettrici.

Più deciso e corposo dei magnifici predecessori “Fuck Fight Fail” e “Missionless Days”, il lavoro rivive oggi, con l’aggiunta di un inedito, in uno splendido gatefold con libretto accluso, ottimo viatico per una band assolutamente da (ri)scoprire.

(pubblicato su Rockerilla n. 405, maggio 2014)


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 28 giugno 2014 da in recensioni 2014 con tag , , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: