GODSPEED YOU! BLACK EMPEROR G_d’s Pee AT STATE’S END! (Constellation, 2021) In ormai un quarto di secolo di attività, tanto febbrile quanto intermittente, il collettivo dei Godspeed You! Black Emperor ha sempre cercato di veicolare attraverso il suono messaggi così forti da poter prescindere dalle parole. Quei messaggi, cristallizzati in samples o effigiati negli incredibili…

ARAB STRAP As Days Get Dark (Rock Action, 2021)* Allora non è stata veramente “The Last Romance”. Sedici anni dopo il sesto album (e destinato a essere l’ultimo) dei loro Arab Strap, Aidan Moffat e Malcolm Middleton si aggiungono ai tanti inquieti cantori della transizione al nuovo millennio che hanno ripreso discorsi interrotti dopo una…

MOGWAI As The Love Continues (Rock Action, 2021)* Erano tempi ormai ben distanti quelli in cui un “giovane team” di ragazzi scozzesi si affacciava al mercato discografico raccogliendo l’abituale manciata di singoli nell’abbagliante album-compilation “Ten Rapid” (1997); erano gli albori del calderone post-rock, era il tempo del rimescolamento di suoni e stili preliminare al simbolico…

ARCA – Forces (Ici D’Ailleurs/Mind Travels, 2018) Fresco reduce da un album del suo minimalista Ensemble 0, Sylvain Chauveau rispolvera dopo otto anni Arca, progetto condiviso con Joan Cambon e orientato dapprima al post-rock e quindi a un songwriting obliquo. In “Forces” il duo orna a una formula strumentale dai pronunciati contenuti cinematici, non a…

storie d’artista: EPIC45

EPIC45: Tutte le stagioni della nostalgia Nel 1999 gli Hood pubblicavano il loro quarto album, secondo della fase “rurale” della band dei fratelli Adams, intitolato “The Cycle Of Days And Seasons”. Le sensazioni contemplative e l’obliqua inquietudine che caratterizzavano quel lavoro e, soprattutto, l’idea stessa di una musica che, distante dai riflettori e dal caos metropolitano,…

HOUR – Anemone Red (Lily Discs & Tapes, 2018) Materializzatosi a inizio anno dall’incontro di una serie di musicisti provenienti da band dell’underground di Philadelphia con la compassata bellezza di “Tiny Houses” (lavoro consigliatissimo), l’ensemble semplicemente denominato Hour torna con una nuova pubblicazione su cassetta, frutto di un’immediata espansione dei propri orizzonti strumentali. Improntate a…

COVARINO/INCORVAIA – Chiodi (Preserved Sound, 2018) La terza tappa del percorso creativo intrapreso dal sodalizio di Francesco Covarino e Alessandro Incorvaia in corrispondenza di “Perugia” (2016), in seguito replicato in “Granada” (2017), vede espandersi ulteriormente la dimensione spaziale delle loro intersezioni tra percussioni e timbriche chitarristiche. Spazio e tempo rappresentano infatti coordinate fondamentali delle tre…

A-SUN AMISSA – Ceremony In The Stillness (Gizeh, 2018) Procedendo sui binari paralleli della condivisione creativa e dell’ispessimento della grana elettrica di A-Sun Amissa, nel quarto album della sua band “aperta” Richard Knox la riconduce in maniera ancor più decisa alle proprie origini post-rock. Come d’abitudine per il poliedrico chitarrista inglese (impegnato tra l’altro anche…

memories: FOUR GREAT POINTS

JUNE OF 44 – Four Great Points (Quarterstick, 1998) This is the greatest place on earth interstated north and south i know you won’t go far away three full rooms full night and day we can’t stay here it’s time to go L’inquietudine di una modernità incerta, ormai priva di punti di riferimento universalmente condivisi,…

TOMORROW WE SAIL – The Shadows (Gizeh, 2018) A quattro anni dal debutto, torna il sestetto di Leeds dedito a un’intrigante combinazione di post-rock, scrittura emotiva e ambientazioni dilatate. Tali elementi si intrecciano senza sosta nelle sette tracce di “The Shadows”, delle quali risalta in particolare l’equilibrio tra un cantato maschile austero e a tratti tenebroso…

ÓLAFUR ARNALDS – Eulogy For Evolution 2017 (Erased Tapes, 2017) Quando, dieci anni fa, Ólafur Arnalds si affacciava per alla produzione discografica, poteva anche essere scambiato per l’ennesimo prodotto della vivacissima scena islandese sulla scia dei Sigur Rós. Il tempo trascorso da “Eulogy For Evolution” ha ben presto smentito il pregiudizio, tanto che Arnalds, ormai affermato…

MOGWAI – Every Country’s Sun (Rock Action / Temporary Residence, 2017) Tra un mese sarà il ventennale dell’uscita di “Young Team”, primo album vero e proprio dei Mogwai, che seguiva a breve distanza la raccolta “Ten Rapid”, primo vagito con il quale la band scozzese si era già imposta all’attenzione generale con la sua formula…

GO ASK ALICE – Perfection Is Terrible (La Bèl, 2017) Un elogio dell’imperfezione come dichiarazione d’intenti artistica: nel titolo del proprio mini-album di debutto, mutuato da un verso di Sylvia Plath, il terzetto romano Go Ask Alice pone subito in chiaro il proprio approccio alla composizione, applicato a un territorio espressivo tra post-rock, ambient e…

COVARINO/INCORVAIA – Granada (Whitelabrecs, 2017) Prima il ritorno alle origini di “Perugia”, adesso quello al presente di “Granada”: una sottile linea che attraversa l’Europa continua a legare i destini creativi di Alessandro Incorvaia e di Francesco Covarino, che stavolta si sono incontrati nella residenza andalusa di quest’ultimo. Le regole d’ingaggio che hanno condotto alle sei…

memories: F♯ A♯ ∞

GODSPEED YOU BLACK EMPEROR! – F♯ A♯ ∞ (Kranky, 1998) Vent’anni. Tanti potrebbe dirsi che ha oggi un certo tipo di post-rock, quello più orchestrale e carico dal punto di vista emotivo, quello che da lì in poi quella definizione ha incarnato in maniera prevalente, ben oltre il carattere non definitorio dell’espressione, utilizzata originariamente in…

VAR – Vetur (Self Released, 2017) Una rigenerante ventata di aria nordica si percepisce fin dalla copertina ed è confermata dalle prime note di “Vetur”, prima prova sulla lunga distanza del quintetto islandese VAR, i cui due precedenti Ep già non erano sfuggiti agli estimatori della musica della ribollente offerta musica di quel Paese, né…

[streaming] Aesthesys – Marea

Aesthesys is an instrumental outfit based in Moscow, Russia. Founded by Nik Koniwzski as his one-man project back in 2007, it has eventually evolved into an ensemble performing post-rock music with ambient and neoclassical influences by becoming a quartet in the end of 2011, with Eldar Ferzaliev, Dmitry Solopov and Arsentiy Karpov joining as guitarist,…

A-SUN AMISSA – The Gatherer (Consouling Sounds, 2017) Tra gli innumerevoli progetti di Richard Knox (Glissando, The Rustle Of The Stars, Shield Patterns), A-Sun Amissa resta quello più personale e al tempo stesso ambizioso. La sua terza manifestazione vede infatti l’artista inglese da un lato ispessire il già denso impianto di drone e riverberi e, dall’altro,…